Sponda Ancona: il campionato “non ha ancora espresso le proprie sentenze”, annunciato il ricorso


Il club biancorosso si prepara a ricevere la visita della Samb, domenica alle 17:30, ma nel frattempo si muove per cercare di farsi restituire il punto e “scontare” le ammende pecuniarie…

L’Ancona prepara il ricorso per cercare di veder ridotte le ammende inflitte dal tribunale federale. Il club biancorosso non vive un momento di serenità e sta preparando la sfida contro la Samb cosciente che anche se tutti gli sforzi possibili portassero alla vittoria, la retrocessione non sarebbe comunque evitabile. Andiamo con ordine.
La sentenza ha tolto ai dorici un punto in classifica rifilando al club un’ammenda di 10mila euro. Sono stati inoltre inibiti per 3 mesi l’ex DG Gianfranco Mancini e per 2 mesi l’AD David Miani. Paolucci e compagni vedono quindi allontanarsi ulteriormente il Fano, penultimo della classe, ora a cinque punti di distanza, poi Forlì e Lumezzane, entrambe a 34. La retrocessione sembra uno spettro pronto ad inghiottire la squadra di De Patre  visto che neanche una eventuale vittoria sulla Samb potrebbe garantire la salvezza: il Fano farà visita al Lumezzane. A questo punto, i vertici dorici, auspicano la restituzione del punto e spiegano, tramite un comunicato affidato al sito ufficiale: “Senza entrare nel merito delle possibilità che potranno aprirsi, contro i provvedimenti l’US Ancona 1905 presenterà ricorso, ritenendo di poter avere argomenti per supportare le proprie tesi e far valere le proprie ragioni. D’altra parte, ne va della regolarità del campionato, che non ha ancora espresso le proprie sentenze”. Non si sottovaluti la multa comminata al club, in seria difficoltà economica tanto da non poter garantire ai giocatori il l'albergo in occasione della gara poi vinta a Parma. Dei conti dell’Ancona, però, non si preoccupino  Mancuso e soci che al Del Conero devono vincere per portare a casa tre punti fondamentali nella rincorsa ai playoff.

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: