Spina e quella lunga lista di presidenti


Dalla bancarotta di Venturato a quella di Soldini, passando per big Luciano Gaucci. Per evasione fiscale, invece, sono stati condannati in Appello i fratelli Tormenti…

DOMENICA AMARA – Quella che è appena trascorsa è stata sicuramente una delle più brutte domeniche degli ultimi anni per la Samb del presente, ma anche per la Samb del recente passato. Mentre la squadra dei presidenti Moneti-Bucci soccombeva in casa per 4 – 1 con il Chieti ed il pubblico invitava in maniera piuttosto calorosa i giocatori a depositare le maglie rossoblù a fine gara sotto la curva, l'ex numero uno di viale dello Sport, Sergio Spina, veniva condotto in carcere dai Carabinieri assieme ad altre due persone.

 

LE ACCUSE PER SPINA – Per il numero uno (che a breve sarà interrogato dalla magistratura) e per il maresciallo della Guardia di Finanza Alberto Camposeo l'accusa è di corruzione: Spina avrebbe ricevuto informazioni utili e sensibili dal finanziere che operava a San Benedetto, in cambio della concessione di un terreno di più di 200mq in prossimità del mare a Cupra Marittima. A “mascherare” la compravendita fittizia sarebbe stato, secondo la versione della Procura, l'ingegnere Ennio Sanguigni, finito in manette anche lui con l'accusa di riciclaggio e falso.

 

DA VENTURATO A TORMENTI – L'ex presidente, è bene rimarcarlo, a ora è soltanto indagato, così come le altre due persone tratte in arresto con lui. Ma è anche vero che, la Samb può già vantare come suo il poco esaltante record di ex presidenti finiti in manette, o condannati. Antonio Venturato, per il fallimento del '95 venne condannato dal Tribunale di Ascoli per bancarotta, assieme al padre Valentino. Imputato per bancarotta anche Gaucci: big Luciano, però, preferì il buen retiro dominicano. Chi non ricorda anche Alberto Soldini? Anche per lui, nel 2008, bancarotta. Nel 2012, invece, in Appello i fratelli Tormenti sono stati condannati evasione fiscale. Ora Sergio Spina avrà tempi e modi a disposizione per dimostrare la sua innocenza, evitando alla Samb di dare seguito a questa disonorevole lista.

 

Daniele Bollettini

Condividi questo post: