Spettacolo a Pesaro, col Matelica è 1-1. Si avvicinano alla vetta Fermana e San Nicolò


Il punto sulla 14^ giornata del girone F. La capolista porta via un punto da casa Vis; pareggia anche la Vastese, ne approfittano i canarini di Destro e i biancazzurri trascinati da Traini…

Alfonsine – Vastese 0-0
Mezzo passo falso per gli ospiti che contro l’Alfonsine soffrono più di quanto preventivato. Nell’arco dei novanta minuti, pur essendo netto lo svantaggio in classifica, non è emersa grande differenza tra gli organici con i padroni di casa bravi a resistere ai colpi degli abruzzesi che mantengono per la terza gara di fila la porta imbattuta, ma devono tornare in Abruzzo a bocca asciutta.

Castelfidardo – San Nicolò 1-2
Vittoria abruzzese, sorpasso e coda con polemica. A Castelfidardo succede un po’ di tutto quindi è bene andare con ordine. Nella prima parte della gara saltano subito le fasi di calma e al 7’ Filipponi porta avanti i suoi. Si battaglia in campo, ma senza grosse azioni. Si rinvia tutto ai secondi 45’ quando, dopo mezz’ora di serrata ospite arriva il pareggio firmato da Traini, che in chiusura di primo tempo aveva sbagliato un rigore. Entusiasmo alle stelle e profonda tristezza per il Castello che assaporava la vittoria. Nel recupero il gol del vantaggio provoca un polverone che lascerà strascichi. Al secondo di recupero ancora Traini svetta e batte Di Gennaro. Nell’esultanza pare che un calciatore della formazione di Epifani abbia ricevuto un calcio dal tecnico avversario, questo avrebbe provocato la reazione ospite. I fisarmonicisti sostengono che, nella foga, uno dei calciatori ospiti abbia travolto il tecnico. In ogni caso l’arbitro spedisce fuori entrambi gli allenatori, placando gli animi.

Campobasso – Monticelli 0-0
Gara noiosa al Selvapiana di Campobasso dove i padroni di casa non riescono a sfondare il muro messo su da Stallone che, dal canto suo, deve accontentarsi con il forte attacco ascolano, nel turno odierno, sterile.  Pochi sussulti in campo e partita piuttosto lineare con i portieri impegnati in interventi di routine. Alla fine il pari accontenta un po’ entrambe le squadre, appaiate a 18 punti.

Jesina – Civitanovese 3-2
Nonostante la difficile situazione in casa rossoblù e alcune sedute di allenamento saltate in settimana a causa delle inadempienze societarie, la Civitanovese ha provato a resistere alla Jesina che non è stata certo irresistibile, ma ha saputo rendersi pericolosa in più occasioni. “Citano’” apre subito benissimo passando con Negro al 5’. Gioia breve con Shiba che va a ribattere in rete una conclusione di Censori, incocciata contro la traversa. Al quarto d’ora Negro (doppietta per l’ex Jesina) firma il nuovo vantaggio. Al 40’ Trudo approfitta di una dormita difensiva per riportare la situazione in equilibrio. Dopo 15’ della ripresa ancora Censori infila e i leoncelli passano avanti, l’attaccante va a festeggiare sotto i suoi tifosi togliendosi la maglia e beccando il secondo giallo. La Civitanovese non riuscirà comunque a fare nulla, nonostante la superiorità numerica.

Olympia Agnonese – Recanatese 2-2
Fortuna la rimonta… Una gara gagliarda dei leopardiani mette in seria difficoltà i padroni di casa che subiscono il doppio svantaggio salvo poi svegliarsi per agguantare il pari. Dopo un primo tempo noioso arriva una ripresa pimpante con Senigagliesi che firma il vantaggio al 52’, seguito a ruota da Villanova sette minuti dopo. Al 73’ Gragnoli accorcia le distanze e Ricamato, a quattro dal termine, salva capra e cavoli col provvidenziale pareggio.

Pineto – Chieti 4-2
Il Chieti inizia, dopo punti e partite, a perdere pezzi e il “mercato” neroverde opera solo in uscita, un bel guaio. Il Pineto si trova a fare una passeggiata sugli scogli perché il Chieti, seppur ultimo e in evidente difficoltà, non vuole regalare niente a nessuno. Al 14’ Faella ruba palla e si insinua in area battendo l’estremo difensore ospite. Dopo un paio di minuti arriva il rigore per il Pineto che Ronchi, capitano ed estremo difensore teatino, salva. Non può nulla però sulla punizione di Cacciatore che al 32’ porta il risultato sul pari. Ancora Cacciatore infila a tre minuti dal te caldo. Al 53’ Ciarcelluti approfitta della leggerezza della retroguardia nero verde e infila il 3 a 1. Al 64’ penalty anche per il Chieti che, con Alessandroni, accorcia le distanze. Al 74’ chiude i giochi Palumbo.

Romagna Centro – Fermana 0-2
Vittoria all’inglese per i canarini che in Romagna arrivano, vincono e portano a casa tre punti buoni per agguantare la terza posizione, già occupata dalla Vastese. Al 21’ Cremona inchioda, di testa, il pallone in rete per il primo vantaggio che Petrucci, sul finire del match, va ad incrementare con una bella rasoiata dal limite. Superiorità mai parsa in discussione con i fermani che chiudono con sei under in campo.

San Marino – Sammaurese 0-0
È mancato solo il gol. Bella partita, aperta e combattuta, tra le formazioni che devono accontentarsi di un punto. Belle prestazioni con la Sammaurese che ha sfiorato la rete in diverse occasioni compreso un calcio di rigore che il portiere del San Marino ha neutralizzato.

Vis Pesaro – Matelica 1-1
Non era facile, per gli uomini di Mecomonaco, portare a casa il bottino pieno specie contro una Vis quadrata e ben coperta. Su calcio d’angolo  Di Maio incrocia bene e porta avanti i suoi. Pochi minuti dopo la Vis reclama per un calcio di rigore. Nel secondo tempo trova subito la rete il Matelica, annullata per fuorigioco. Poco prima del quarto d’ora la Vis si avvicina al gol, ma la palla sbatte sulla traversa. Al 75’ Rossi pesca l’angolo lontano da Marcantognini e con un bel diagonale firma il pari.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: