Sorrentino, l’attaccante altruista. Le pagelle di Samb-Vis Pesaro


Con sette gol realizzati il giovane centravanti romano è il terzo miglior marcatore della squadra, ma contro la Vis ha dimostrato di dover ancora acquisire quella giusta dose di egoismo…

PEGORIN

6,5

Inoperoso nel primo tempo, ad inizio ripresa dimostra ottimi riflessi alzando sopra la traversa una conclusione che era stata deviata a pochi passi dalla linea bianca. La sua porta torna ad essere inviolata dopo nove partite.

MONTESI

6

Qualche erroruccio in fase di disimpegno, ma la sua è comunque una prestazione pienamente sufficiente, complice la sterilità dell'attacco pesarese.

FLAVIONI

6,5

Gara piuttosto tranquilla sul settore di sinistra: Costantino riesce raramente a trovare la via del cross, anche grazie ai movimenti sempre più “educati” del terzino classe '97.

BARONE

7

Preciso quando cerca di servire i compagni in profondità, chirurgico sulle tante palle inattive che si conquista la Samb: non a caso i rossoblù vanno in rete su punizione e calcio d'angolo.

SALVATORI

7

Non ha problemi in marcatura sull'esperto Bartolini. Come il compagno di reparto Conson riesce a rendersi pericoloso sui calci piazzati, sfiorando la marcatura di testa nel primo tempo.

CONSON

8

Tanto deciso quanto efficace in ogni tipo di chiusura. Con una volé da pochi passi trova il gol che vale il raddoppio su azione d'angolo, sfiorando poi anche la doppietta di testa.

TITONE

6,5

Spesso costretto ad abbassarsi per non giocare il pallone spalle alla porta, cresce di rendimento con il passare dei minuti. Non riesce a trovare il gol per la quarta giornata consecutiva, appuntamento rimandato.

SABATINO

7

Sempre prezioso in fase di interdizione, ferma sul nascere diversi tentativi dei rossiniani. Sua la torre di testa per il gol di Sorrentino.

SORRENTINO

7,5

In attacco cerca spesso la soluzione più altruista, talvolta esagerando: alla mezz'ora potrebbe calciare dal limite, invece preferisce lasciare a Raparo. Trova comunque il modo di rifarsi con il gol del vantaggio.

PALUMBO

6,5

Il giovane terzino biancorosso Procacci è spesso costretto ad usare le maniere forti per fermarlo. Nella ripresa sfiora il golazo con un tiro quasi da fondo campo.

RAPARO

6,5

Nel primo tempo accompagna la manovra offensiva con buoni movimenti, arrivando anche a dettare l'ultimo passaggio in un paio di circostanze. Con il persistere dello 0-0 Palladini lo toglie soltanto per far posto ad un attaccante in più.

GAVOCI

6

Nella ventina di minuti che gli concede Palladini si muove bene sul fronte offensivo, riuscendo anche a mettere Titone davanti a Venturi al 42'.

CANDELLORI

S.V.

Dopo l'uno-due Sorrentino-Conson prende il posto dell'attaccante romano, permettendo a Palladini di tornare al 4-3-3.

CASAVECCHIA

S.V.

Quattro minuti più recupero per lui: il suo ingresso in campo serve quasi più a far tributare un applauso a Barone che ad altro.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: