Solidità e duttilità, ecco la Palla-Samb


C’è ancora del lavoro da fare, ma sul piano difensivo la Samb è migliorata sensibilmente. Inoltre, con l’arrivo di Baldinini (e quello imminente di Raparo), sarà ancora più camaleontica…

Solidità e duttilità: attorno a queste due parole sta lavorando Ottavio Palladini per costruire un gruppo vincente. Caratteristiche, queste, che sono state basilari per il gruppo che lo stesso Ottavio condusse al primo posto nella stagione 2012/13. Sulla solidità – in particolar modo quella difensiva – il tecnico sudentrino ha lavorato fin dal suo insediamento: i miglioramenti sono stati sensibili, ma c'è ancora da migliorare come ha evidenziato lui stesso dopo aver incassato tre gol nelle ultime due partite. Riguardo alla duttilità, invece, emblematico è l'arrivo di Baldinini (e quello imminente di Raparo): l'obiettivo è formare una squadra che dal 4-4-2 molto offensivo possa passare senza problemi ad un 4-3-3 più prudente, come avvenuto contro l'Agnonese. Perchè per far bene ovunque ci vorrà una Samb camaleontica, Ottavio lo sa.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: