“Sangue e sudore” sulla fascia destra, Rapisarda: «Cerchiamo conferme contro la FeralpiSalò»


Il terzino di Sanderra ha blindato la fascia destra e dal suo arrivo dal Lumezzane non l’ha ancora mollata un attimo: «Ringrazio il mister per la fiducia, cerco di dare sempre il massimo»…

Classe 1992, mestiere "terzinaccio" tutto copertura e corsa. Francesco Rapisarda, a San Bendetto, è arrivato durante il mercato di riparazione quasi in sordina, si è preso la fascia destra e non la molla a suon di prestazioni entusiasmanti:
«Devo ringraziare innanzitutto il mister per la fiducia che mi ha dato all'inizio, sto cercando di ripagarla nel migliore dei modi».
Sta facendo bene come, nelle ultime gare, sta facendo bene anche la Samb che viaggia con un obiettivo nel mirino:
«Vogliamo centrare i playoff ottenendo un buon piazzamento per giocare la prima sfida in casa e stiamo lottando partita per partita per conquistare i tre punti. Lo abbiamo fatto a Bolzano e ci siamo riusciti in una sfida difficile come quella di domenica scorsa contro il Bassano che è una squadra che conosco bene per averla incontrata spesso da avversario: ha sempre dimostrato grandi cose, forse questo non è un momento positivo per loro e noi siamo riusciti ad approfittarne. Domenica, contro la FeralpiSalò, sarà una partita insidiosa, ma vogliamo riconfermarci dopo queste due vittorie. Il mister dice che spesso siamo una squadra che agisce d'istinto? Ha ragione, pecchiamo di generosità perché vogliamo sempre dimostrare un qualcosa in più».
Come a Parma dove la Samb ha trovato un doppio vantaggio stordendo l'avversario salvo poi perdersi in un bicchier d'acqua:
«Contro di loro è stato un po’ strano perché ci siamo tagliati le gambe da soli, ma da quella partita dobbiamo solo imparare, soprattutto ad essere più ordinati in campo».
"Rinnovo", una questione che, negli ultimi, tempi tiene banco in casa Samb:
«Non c'è ancora niente, spero di riuscire a meritarmi la conferma per la prossima stagione. Per adesso è presto, stiamo a vedere…».

Domenico del Zompo

Condividi questo post: