Sanderra tra equilibrio e ambizione: «Il Lecce ha un peso psicologico importante. Daremo battaglia»


Il tecnico romano dovrà fare a meno di Aridità, Grillo e Candellori, ancora indisponibili e Damonte squalificato: «La cornice di pubblico sarà importante»…

L'umiltà e l'ambizione. Sanderra punta su due punti cardine per affrontare la gara d'andata playoff contro il Lecce di Rizzo:

«Aver già giocato può essere un piccolo vantaggio perché siamo in clima playoff. È un vantaggio parziale. Loro hanno un peso psicologico importante, perché devono vincere per forza, ma dall’inizio della contesa ce la giocheremo alla pari. Questi ragazzi meritano la cornice di pubblico conquistata con un buon campionato, un bel finale e la partita di Gubbio. Adesso il livello si alza e troveremo una squadra che sbaglierà pochissimo. Cosa che dovremo fare anche noi perché troveremo un avversario in grado di punire. La contesa si chiuderà a Lecce, quindi dovrà esserci una reazione equilibrata a prescindere dall’esito. Dovrò mandare in campo undici giocatori  ma tutti meriterebbero di giocare anche con questa cornice di pubblico. I tifosi sono una spinta potente e domani si sentirà. Sarà necessaria una condotta di gara battagliera ma attenta perché il nostro pubblico ci supporterà. Per fare la grande impresa, domani, ci vuole una vittoria. Il Lecce è una squadra forte con individualità importanti capace di far male se a campo aperto. Verranno qui e tenteranno di fare il massimo, conosco queste piazze, non credo che a San Benedetto arrivino per limitare i danni. Dovremo essere bravi ad interpretare la gara perchè troveremo una squadra compatta. Dobbiamo essere sempre consapevoli dei nostri pregi e dei nostri difetti e non dovremo mai staccare la spina».

Domenico del Zompo

Condividi questo post: