Sanderra prima dell’Ancona: «Adesso le parole non contano più. Domani sarà una battaglia»


Il tecnico non svela le mosse provate nella rifinitura a porte chiuse svolta sul comunale di Grottammare, ma si sbilancia solo in merito ad un elemento della rosa: «Radi giocherà»…

Stefano Sanderra rientra dal Pirani (dove la rifinitura si è svolta a porte chiuse, QUI i dettagli) con le idee chiare, ma in sede di presentazione del match ci tiene a sbilanciarsi su un solo aspetto:

«Radi giocherà. L'ho detto anche a lui quindi non è un mistero».

Un lavoro, quello settimanale, più incentrato sull'aspetto psicologico che fisico. Come conferma lo stesso tecnico:

«Abbiamo lavorato molto a livello mentale cercando di ridare fiducia ed autostima ai ragazzi. Questa squadra ha fatto 50 punti quindi i valori li ha ed è necessario ritrovarli. Troviamo una squadra in un buon momento reduce da tre partite contro squadre importanti».

Fuori Sabatino e Damonte per squalifica, il centrocampo sarà necessariamente inedito. Ma potrebbe non essere l'unica novità in campo:

«Le alternative ci sono perchè si tratta di una rosa completa e possiamo sostituire gli squalificati. Chi sarà chiamato in causa dovrà dare il massimo anche per chi sta fuori. A livello tattico abbiamo lavorato per fare le cose migliori in modo anche da difendere in maniera collettiva in modo che tutti si impegnino per collaborare alla fase di copertura. Ci saranno adattamenti e vuol dire saper lavorare con diversi moduli durante la partita. Questo è utile non solo in questa gara ma in generale. Ci sono situazioni in cui si deve saper essere offensivi ed altre in cui ci si deve coprire: ultimamente ci siamo concentrati sull’attacco, troppo».

La Samb è attesa da una partita importantissima sotto tanti punti di vista anche se una vittoria potrebbe non bastare per dare nuova linfa ad un ambiente, per dire, distaccato:

«Le parole non contano più adesso. Sappiamo di dover andare a punti e che con una vittoria saremmo nei playoff mentre con un pareggio ci toccherebbe giocarcela, ma non vogliamo considerare la gara contro il Pordenone. Quella di domani non sarà una semplice partita: è un derby, una battaglia. È una partita che decide la stagione, quindi vogliamo fare bene e vogliamo essere responsabili e protesi verso questo obiettivo».

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: