Sanderra: «Da ora in poi saranno tutte finali. Vogliamo dare continuità ai risultati»


Il tecnico analizza la delicata sfida contro la Reggiana di domani tra intenzioni di gioco e prestazioni da migliorare: «Conta il risultato, stiamo lavorando sulla qualità del gioco»…

Stefano Sanderra sa che l'incontro con la Reggiana può essere un importante crocevia della stagione, per la Samb e per i granata. Il tecnico romano sa che si troverà davanti un avversario molto ostico:
«Saranno tutte finali da ora alla fine e dobbiamo dare continuità ai nostri risultati, ci troveremo contro un avversario importante e si tratta di una squadra da prendere con le molle perchè dotata di individualità importanti. Dovremo mettere in campo una prestazione importante che dimostri che siamo cresciuti dal punto di vista psicologico. Dovremo prestare maggior attenzione al loro reparto offensivo visto che ci sono diversi giocatori dotati di buona tecnica e in difesa dovremo chiudere tutti i varchi. Ho visto una bella compattezza con il 3-5-2 contro il Mantova, magari sono stati poco propositivi, ma si sono coperti molto bene. È un modulo che ci costringe a prestare grandissima attenzione perché in fase di palleggio potremmo soffrire, andrà aggredito il loro play. Dobbiamo riuscire ad essere più aggressivi per evitare di abbassarci troppo perché altrimenti ci restano solo difesa e ripartenze».

Nelle ultime gare sono arrivati risultati importanti, talvolta non connessi ad un gioco spettacolare o aggressivo della Samb. Non  ne fa mistero Sanderra che legge la situazione con occhio clinico:
«Tentiamo sempre di innalzare il livello del nostro gioco. Talvolta anche i valori in campo, quelli dell’avversario o i nostri, limitano questa crescita. Dobbiamo imparare a capire i momenti in cui alzarci e pressare di più. Proviamo sempre a dare qualcosa in più. Alla fine va comunque visto il risultato, perchè quello conta: in campo si può anche giocare con più punte e fare un gioco spettacolare poi non vincere. Ci manca ancora qualcosa perché il nostro gioco sia veramente più propositivo. Il pressing ha due fasi sulle quali ci stiamo focalizzando: l’orientamento e l’aggressione. Ci sono tempi di metabolizzazione di certi principi che devono necessariamente passare, succede alle squadre di serie A, è logico che accada anche qui».

Il punto conquistato nella trasferta di Salò va stretto ai padroni di casa:
«In una gara dove abbiamo sofferto tanto, come a Salò, abbiamo il merito di essere riusciti a conquistare un punto. Hanno sicuramente fatto più di noi».

Poche indicazioni sulla formazione:
«Domani certamente manterrò l'ossatura della squadra, probabilmente ci sarà qualche avvicendamento in campo».

 

Domenico del Zompo

Condividi questo post: