Samb, Sabbadini: «Non ci aspettavamo di essere a 0 punti dopo 4 partite. Ora si deve cambiare registro»


«È normale che siamo dispiaciuti, non ce lo aspettavamo neanche noi di restare a zero punti dopo quattro giornate di campionato». Matteo Sabbadini tratteggia così il complicato momento che sta vivendo la Samb, in fondo alla graduatoria del girone F di Serie D dopo le prime quattro giornate.

«Sapevamo che avremmo potuto incontrare delle difficoltà, ma restare ultimi in classifica senza un punto non era stato preventivato – le parole del direttore sportivo rossoblù, intervistato dal Corriere Adriatico -. Ora dobbiamo mettere tutto alle spalle, ma bisogna cambiare registro». Partenza a rilento, quella della squadra di Donati, dovuta anche a tutte le difficoltà vissute nelle ultime settimane.

«Abbiamo dovuto fare tutto di fretta a pochissimi giorni dalla prima partita col Trastevere, poi sono arrivati altri giocatori. Non è semplice lavorare in queste condizioni – ha detto ancora Sabbadini -. Purtroppo, stiamo pagando la mancanza di preparazione e il non essere ancora squadra. Con il Porto d’Ascoli abbiamo fatto sempre noi la partita; qualche errore lo abbiamo pagato a caro prezzo e qualche decisione arbitrale non ci ha convinto».

Commenti