Samb-Pordenone, le pagelle: Mancuso is on fire, Di Massimo lascia il segno. Non il solito Bacinovic


I voti a tutti i calciatori rossoblù dopo la vittoria col Pordenone: in difesa soffre solo Grillo, buono il contributo di N’Tow. Agodirin corre molto ma spreca…

PEGORIN 6,5

Intuisce la traiettoria del pallone, ma il rigore calciato da Burrai è perfetto. Bravo nello scegliere i tempi delle uscite, non fa rimpiangere l’assenza di Aridità, che dovrebbe comunque recuperare per i play off.

RAPISARDA 6,5

Per contenere Bulevardi limita un po’ le sue cavalcate sulla destra, che comunque danno un buon supporto a Mancuso e compagni. Sulla sua fascia garantisce sostanza e non corre pericoli.

DI FILIPPO 6,5

Pur essendo tornato a vestire una maglia da titolare dopo un’eternità (prima volta con Sanderra), non risente in maniera negativa del periodo di lunga assenza. Prova tenace al centro della difesa, anche se facilitata dalla stitichezza di Padovan.

DI PASQUALE 6

Una prestazione più che sufficiente, condita da alcuni buoni anticipi a centrocampo, viene macchiata dall’ingenuità commessa prima della pausa: evitabile il fallo su Misuraca che costa il penalty dell’uno a uno.

GRILLO 5,5

Le accelerate di Cattaneo lo mettono alle corde con preoccupante insistenza. Per il terzino rossoblù anche qualche errore di troppo quando deve liberarsi del pallone.

VALLOCCHIA 6

Carico di fiducia per il gol decisivo di Ancona il giovane reatino viaggia a corrente alterna sulla mediana, forzando un po’ troppo la soluzione personale. Prestazione comunque sufficiente.

BACINOVIC 5,5

Prestazione sottotono per lo sloveno, poco propositivo sulla mediana e un po’ impreciso nel fraseggio. Non a caso è il primo calciatore ad essere richiamato in panchina da Sanderra.

LULLI 6

Spesso presente quando il Pordenone viene preso in contropiede, spreca una chance ghiotta calciando fuori dai diciotto metri nella ripresa. Prova tra luci e ombre sue.

MANCUSO 8

Ventidue gol, uno in meno di un mostro sacro come lu bombèr Chimenti. Col Pordenone è stato pericoloso dal primo all’ultimo minuto: tanti cross pericolosi, un palo e l’ennesima rete un rete. Devastante.

SORRENTINO 6,5

Tanti cambi di posizione con Mancuso e Agodirin per sfiancare la difesa neroverde, ma non gli capitano grosse occasioni in area. Mette comunque lo zampino nell’azione dell’autogol di Marchi.

AGODIRIN 6

Svaria molto sul fronte offensivo creando spazi invitanti per i compagni; grave, però, l’errore commesso sull’assist invitante di Mancuso ad inizio ripresa.

N’TOW 6,5

Entra per seguire costantemente le tracce di Misuraca e limitare i suoi tagli tra le linee rossoblù: riesce nell’intento, dando anche un po’ di freschezza a centrocampo.

DI MASSIMO 6,5

Poco più di un quarto d’ora di gioco nel giorno del suo compleanno, che festeggia con l’assist per il gol di Mancuso.

CANDELLORI S.V.

Seconda presenza consecutiva per il giovane centrocampista castoranese, che rileva uno stanco Grillo nel finale.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: