Samb più competitiva ma il problema è sempre lo stesso: mancano le alternative


CHI VA SU

LA COMPETITIVITÀ

La seconda sconfitta di Roselli ha un sapore diverso rispetto a quella di Ravenna, in cui la Samb non era praticamente esistita. Stavolta i rossoblù hanno reagito allo svantaggio, chiudendo l’ambizioso Vicenza nel finale e confermando la crescita delle ultime settimane, anche se contro non sono arrivati punti.

CHI VA GIÙ

LA MANCANZA DI ALTERNATIVE

Roselli sta riuscendo a conferire spessore ed equilibrio alla squadra ma non può andare avanti con 12/13 calciatori, non potendo effettuare più di un paio di sostituzioni nella ripresa. Con la regola dei cinque cambi le partite si possono risolvere spesso nel finale e la Samb lo ha già visto a sue spese (vedi Monza).


Condividi questo post: