Samb-Piacenza, LE PAGELLE: Volpicelli pennella, Cernigoi sfonda la porta



SAMB-PIACENZA FINISCE 4-1, LA CRONACA

FEDELI: «PENSARE IN GRANDE? NO, PARTITA PER PARTITA»

MONTERO: «ABBIAMO SAPUTO SOFFRIRE»

SANTURRO        6,5

Può poco sulle conclusioni vincenti di Paponi, entrambe da distanza ravvicinata. Si oppone alla grande, invece, a tu per tu col neo entrato Cacia, smanacciando il tiro del possibile 3-3. Con un rinvio preciso, poi, innesca Cernigoi in occasione del 4-2.

RAPISARDA       6,5

Sfortunato quando va a contrastare Imperiale e dal rimpallo che ne consegue ne nasce l’assist per il primo gol di Paponi. Al di là di questo il capitano gioca una gara ordinata, in costante proiezione offensiva.

MICELI                6,5

La linea difensiva da lui guidata è sollecitata in maniera costante da uno degli attacchi più pericolosi del girone. Lui, però, è quasi sempre preciso e non è un caso se quando Paponi timbra è anche perché gli sta alla larga.

DI PASQUALE    6

Alterna buone giocate ad uscite non proprio precise (come quando liscia un anticipo a centrocampo). Nel complesso una prestazione appena sufficiente.

GEMIGNANI      8

Più volte si è sottolineato della sua crescita rispetto alla passata stagione, ma contro il Piacenza è stato un vero e proprio rullo compressore sulla fascia sinistra. Autore di uno spunto maradoniano sul 3-1 di Cernigoi.

ROCCHI              7

Contrasta e lo fa bene, gioca il pallone e lo fa bene, si propone sulla trequarti e lo fa bene, dribbla (almeno un paio gli spunti da numero dieci) e lo fa bene. Semplicemente: un giocatore che sa fare tutto, e sa farlo bene. Dannatamente bene.


ANGIULLI           6

Non è facile trovare spazio tra le abbottonate linee di difesa e centrocampo del Piacenza, che comunque gli lascia spazio per impostare. Non è sempre nel vivo dell’azione come avvenuto in altre circostanze.

FREDIANI           6

Prestazione in tono minore rispetto a Ravenna (e ci mancherebbe dopo quella doppietta). Quando gioca il pallone come vuole alza il tasso qualitativo delle azioni rossoblù, ma il suo apporto non è costante.

VOLPICELLI        7

Confeziona una buona prestazione sulla scorta di quanto visto sette giorni fa a Ravenna. Disegna splendide traiettorie, poi, sui calci d’angolo che permettono a Cernigoi di segnare i primi due gol. Piedino fatato.

CERNIGOI          10

Due reti di testa in fotocopia su calcio d’angolo, una da rapace d’area e una tutta potenza nel recupero. Come si può giudicare una prestazione del genere, senza dimenticare che ne nega uno agli avversari salvando sulla linea di porta sul punteggio di 3-2? Semplicemente con la perfezione.


DI MASSIMO     6

Qualche accelerazione delle sue, ma anche un paio di palloni persi per qualche errore evitabile. Mette comunque in apprensione la difesa di Franzini indirizzando verso l’area di rigore molti cross.

GELONESE         6

Entra nel momento più difficile, col Piacenza rivitalizzato dal bis di Paponi, ma svolge comunque un buon lavoro a centrocampo.

TRILLÒ                S.V.

Montero lo inserisce per Di Massimo per aumentare la copertura a sinistra nel momento di massima pressione piacentina.

BOVE                  S.V.

Prende il posto di Rocchi quando sta per iniziare il recupero.

BIONDI               S.V.

Entra per aggiungere centimetri là dietro nell’extra time.


Condividi questo post: