Miceli: «Io riserva? Moriero doveva fare le sue scelte. Capuano è un maniacale»


Si è preso una maglia da titolare dopo l’infortunio di Diego Conson. Ora, con l’arrivo di Ezio Capuano e il cambio modulo, Mirko Miceli, Patti e lo stesso Conson costituiscono l’ossatura del pacchetto arretrato della Samb. «Sono partito come riserva perché il mister Moriero è stato costretto a fare delle scelte, poi l’infortunio di Diego ammetto che mi ha agevolato – ha detto il numero 6 rossoblù -. Nella difesa a tre con la Viterbese ho ricoperto il ruolo di centrale, ma mi trovo bene pure nella difesa a quattro». A San Benedetto non si può mai essere sicuri di vestire una maglia da titolare e questo Miceli sembra già saperlo: «Quando arrivi in una squadra come la Samb sai che la concorrenza è alta e ci si deve conquistare il posto sul campo: sinceramente non mi aspettavo di essere titolare quando sono arrivato. La fase difensiva dipende da tutta la squadra, il modulo cambia poco. Varia l’interpretazione della gara nella fase offensiva e difensiva». Il difensore ha poi parlato del rapporto con mister Capuano: «È un maniacale: lavora benissimo sugli avversari e capisce di calcio come pochi. Ci ha detto di stare tranquilli e di fare quello che sappiamo».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: