«Samb giovane e dalle grandi prospettive. Bove è un computer, uno spettacolo allenarlo»


A disposizione di mister Ezio Capuano c’è una squadra tra le più giovani del girone B tanto che uno degli obiettivi finali è quello della valorizzazione dei ragazzi a disposizione. Uno, su tutti, si sta facendo largo e si è già ritagliato uno spazio importante nel cuore dei tifosi avendo realizzato due reti:

«Bove è un giocatore che è uno spettacolo allenare, un ragazzo di una serietà incredibile. È un computer: gli dici quello che deve fare e lo fa. Il suo limite, almeno per quanto mi riguarda, è che non ha la fase di interdizione per fare il playmaker mentre in veste di mezz’ala ha una fase di palleggio importante. È un giocatore forte, ma deve crescere e per farlo è bene non gravarlo di troppe responsabilità».

Mattia, Pegorin, Candellori, Di Pasquale, Di Massimo, Ceka… Solo per dirne alcuni. Il tecnico rimarca la linea verde di cui la Samb può disporre.

«Abbiamo in organico alcuni tra i giovani di maggior prospettiva d’Italia. Il Padova ha due ragazzi molto giovani e forti, ma credo che tra le prime cinque del girone la Samb abbia la rosa dall’età media più bassa. È una squadra dalle grandi prospettive»

Condividi questo post: