Samb-Feralpisalò 0-0, un pareggio che mette al sicuro i play off. LA CRONACA



SAMB-FERALPISALÒ 0-0

di Daniele Bollettini

MARCATORI: nessuno.

SAMB (4-5-1): Nobile; Fazzi, Cristini, D’Ambrosio, Goicoechea (23’st Trillò); Botta, De Ciancio (37’st Babic), Angiulli, Rossi, Liporace (37’st D’Angelo); Lescano. A disp. Laborda, Fusco, Di Pasquale, Chacon, Bacio Terracino, Scrugli, Cardoni, Medori, Domizi. All. Montero.

FERALPISALÒ (4-3-2-1): De Lucia; Bergonzi, Giani, Bacchetti, Brogni; Guidetti, Carraro, Scarsella; Ceccarelli (32’st Petrucci), D’Orazio (23’st Tulli); Guerra (32’st Miracoli). A disp. Liverani, Iotti, Legati, Pinardi, Hergheligiu, Farabegoli, Gavioli, Rizzo. All. Pavanel.

ARBITRO: Gabriele Scatena di Avezzano (Licari-Pressato, Carella).

AMMONITI: 21’pt De Ciancio, 24’pt Giani, 36’pt Liporace, 37’pt Rossi, 12’st Goicoechea, 39’st Angiulli, 45’ Trillò.

NOTE: Cielo sereno, temperatura di 14°C. Terreno di gioco in perfette condizioni. Samb in completo blu, maglia con innesto verticale rosso; Feralpisalò in completo bianco, maglia con innesto verticale verde e blu.

SAN BENEDETTO – La Samb, nonostante la disastrosa situazione societaria, vuole assicurarsi un posto nei play off al netto delle penalizzazioni che arriveranno nei prossimi giorni per il mancato pagamento degli stipendi; la Feralpisalò deve mettere una pietra sul quinto posto, piazzamento fondamentale per poter giocare in casa (e soprattutto con due risultati su tre a disposizione) i primi incontri di play off. Il match del Riviera delle Palme sa di match ball per le squadre di Montero e Pavanel. Nei primi minuti, però, la partita si gioca più sul piano tattico e le due aree di rigore sono poco frequentate. Il 4-5-1 atipico di Montero, però, si dimostra fin da subito pimpante: gli ospiti, reduci da due vittorie consecutive con ben 10 gol siglati contro Fermana e Carpi, sono costretti spesso nella loro trequarti. Per la prima vera occasione, però, bisogna aspettare metà frazione quando un gran tiro di Rossi dai venti metri viene alzato sopra la traversa da De Lucia. Sull’angolo seguente Botta ci prova direttamente dalla bandierina ma il portiere non si fa sorprendere. Per i gardesani soltanto un cross teso di Ceccarelli alla mezz’ora, respinto con qualche difficoltà da Nobile. Al 39’ blackout ospite con D’Orazio che, sugli sviluppi di una rimessa laterale, regala il pallone a Lescano sui venti metri: il centravanti non aspetta un attimo e prova una conclusione un po’ complicata con l’esterno, palla di poco sopra la traversa. Si va al riposo senza gol. Sempre il Faquita è pericoloso ad inizio ripresa ma anche all’11’ non riesce a centrare lo specchio con un’altra soluzione a sorpresa delle sue. Gli allenatori sono soddisfatti del rendimento dei 22 iniziali e il primo cambio arriva soltanto al 23’ con uno degli ex rossoblù Tulli che prende il posto di D’Orazio. Montero sceglie, invece, Trillò per Goicoechea. Col passare dei minuti, però, cala l’incisività di Botta e compagni, mentre la Feralpisalò impegna con più frequenza Nobile. L’estremo difensore rossoblù è bravo a mettere in angolo una conclusione di Ceccarelli, che poco dopo viene sostituito dal fischiatissimo Petrucci. L’ex Fermana nel finale provoca le ammonizioni di Angiulli (una spinta a gioco fermo) e Trillò, Nobile trema sugli sviluppi di una punizione ma lo 0-0 non si schioda. Un punto pesantissimo per la classifica della Samb, che mette al sicuro l’accesso ai play off al netto delle penalizzazioni che arriveranno nei prossimi giorni. Per la Feralpisalò, invece, il quinto posto resta da contendere con la Triestina.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti