Samb, da Angiulli a Knoflach: gli innesti di qualità fanno la differenza


È nella qualità il cambio di passo che ha permesso alla Samb di centrare il primo successo in campionato. Nella partita di domenica scorsa contro il Fano, tra i migliori in campo sono risultati due giocatori che hanno fatto il loro esordio con la maglia rossoblù in questa stagione: Federico Angiulli e Tobias Knoflach.

La qualità del Fez non la si è scoperta di certo nei 90′ di domenica, ma l’impatto del centrocampista sulla partita – e più in generale su tutta la squadra – è stato sin dalle prime battute impressionane: il numero 23 ha catalizzato su di sé ogni pallone, facendo girare la squadra e mettendo i compagni davanti alla porta con classe e facilità. L’assist al bacio per Alboni ne è un esempio, così come il lancio di 30 metri nel finale di gara con cui ha servito a De Sena su un piatto d’argento il pallone del possibile 2-0.

Ottimo, però, è stato anche l’esordio di Knoflach. Il portiere austriaco già nei primi minuti di gioco ha mostrato sicurezza negli interventi tra i pali e nelle uscite; nella ripresa, poi, è stato autore di almeno un paio di interventi salva-risultato. Il suo innesto potrebbe essere fondamentale per dare sicurezza ad un reparto, quello difensivo, che aveva ballato fin troppo nelle prime 5 giornate.

Ma le indicazioni positive per Massimo Donati potrebbero non essere finite qui, perché oltre a facilitare la crescita collettiva potrebbero essere, nelle prossime settimane, anche elementi come Daniele Ferri Marini e Kaspars Svarups.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Commenti