Cosenza-Samb, LE PAGELLE: Conson soffre, Bellomo martoriato ma decisivo


COSENZA-SAMB 2-1: ECCO LA CRONACA

FEDELI: «SPERIAMO ACCADA COME COL PIACENZA»

PERINA                             6

Sui lanci che arrivano in area ospite si fa trovare pronto con le uscite, ma può fare poco sui gol: Bruccini compie una prodezza dal limite dell’area calciando senza far rimbalzare il pallone dopo uno splendido controllo, Baclet colpisce da distanza ravvicinata.

CONSON                          5,5                                                   ammonito

Serata di sofferenza per il capitano, che spesso deve affrontare avversari già lanciati in velocità come D’Orazio e Mungo e non sempre è preciso negli interventi. Respira nella ripresa, ma nel finale non riesce ad intercettare il diagonale di Baclet (che comunque non era marcato da lui).

MICELI                              6

Cosentino doc, non può certo lasciarsi andare a sentimentalismi visto che è sollecitato insistentemente nel primo tempo. Qualche intervento con tempismo non perfetto, ma riesce comunque nel difficile compito di tenere a bada Tutino e Okereke.

PATTI                                6,5

Solita prestazione grintosa per il centrale catanese, grande protagonista all’11’ del primo tempo, quando salva la porta sambenedettese respingendo un tiro di Tutino che aveva messo fuori causa Perina.

RAPISARDA                      5,5

D’Orazio lo costringe sempre sulla difensiva, fase in cui il numero 14 soffre anche per le incursioni dei centrocampisti calabresi. Nella ripresa, però, i ruoli si invertono e l’esterno di Moriero va anche vicino al gol su assist di Valente.

MARCHI                           6,5                       1 GOL

In una partita che lo vede un po’ in affanno in fase di rottura, suo punto di forza, arriva quello che non ti aspetti: il primo gol con la maglia della Samb, frutto di un inserimento preciso sulla giocata di Bellomo. Una rete che può pesare come un macigno per il passaggio del turno.

BOVE                                5,5

I tre centrali del Cosenza fanno leva su una buona tecnica ma soprattutto su un dinamismo incredibile: lui e tutto il reparto mediano ne soffrono per gran parte della partita. Potrà rifarsi domenica nella bolgia del Riviera.

GELONESE                       5

Come i compagni di reparto non riesce a porre un freno alle scorribande dei centrocampisti cosentini. Sul calcio d’angolo che porta al 2-1 è lui a perdersi Baclet in piena area di rigore: una disattenzione pesante.

VALENTE                          6

Ci mette un po’ ad entrare in partita, causa anche l’atteggiamento intimorito dei compagni. Poi quei pochi palloni che tocca riesce a trasformarli in giocate interessanti (vedi cross per Rapisarda), anche se deve sempre pensare a contenere le scorribande di Corsi.

BELLOMO                         6,5

Martoriato dagli avversari, che quando non possono fermarlo non esitano ad usare le maniere forti. La sua rivincita sta nella splendida serpentina che precede il tocco vincente per Marchi. Esce malconcio: fondamentale recuperarlo e averlo al top per il ritorno.

MIRACOLI                        6

Lavora di sponda quando la squadra fatica a raggiungere la metà campo, svaria e dialoga bene con i compagni nelle (pur poche) circostanze favorevoli. Partecipa all’azione del gol di Marchi, ma quando lascia il posto a Stanco è già a secco di energie.

DI MASSIMO                   S.V.

Entra in luogo di un acciaccato Bellomo quando la priorità assoluta è difendere l’1-1.

TOMI                                S.V.

Raggiunto (momentaneamente) il pareggio Moriero lo inserisce per garantire una maggiore copertura ai tre centrali.

STANCO                           S.V.

Prende il posto di Miracoli quando mancano pochissimi minuti al triplice fischio di Robilotta.

Daniele Bollettini

Commenti
Condividi questo post: