Samb bagnata e sfortunata: IL COMMENTO di Alessio Perotti


Affonda di fronte al sodalizio dal mercato di C più sontuoso, il Padova della famiglia Bonetto e del quotato mister Bisoli, la Samb, che chiude così una settimana “horribilis”. Le due sconfitte consecutive con zero gol all’attivo contro Fermana e Padova dopo aver toccato il cielo con un dito a Gubbio “resettano” al momento i sogni di gloria, riportando tutti con i piedi per terra e alla dura realtà della serie C. Come succede spesso nel calcio contro la Feralpisalò la Samb aveva visto poco palla e alla fine aveva vinto, oggi invece, sospinta dal gran tifo della Curva Nord, ha avuto occasioni e anche predominio territoriale per metà ripresa, ma non ha raccolto nulla. Non è valso a Moriero il sostegno morale del suo amico “Pluto” Aldair, compagno di squadra nella Roma, per tornare al sorriso e così il tecnico salentino dopo una partenza a razzo, tipo quella in B col Frosinone nella stagione 2009/10 (a punteggio pieno dopo le prime tre gare) si è, oggi è proprio il caso di dirlo, impantanato. Più che a gettare la croce su chi non l’ha buttata alle spalle dell’ex Bindi, si dovrebbe puntare il mirino della critica su chi avrebbe dovuto far lievitare il livello di questa squadra e che invece in questo avvio di stagione sta fungendo solo da comprimario (i vari Bacinovic, Di Cecco, Troianiello…). Perché senza di loro la Samb è al momento una formazione di medio livello, che potrà crescere nel corso del torneo viste le buone potenzialità dei suoi giovani, ma che non potrà certo soddisfare faraoniche aspettative. L’obiettivo più credibile della stagione, stando a questa fase iniziale, allora è la valorizzazione di tali potenzialità, senza caricarsi di insostenibili ambizioni di alta classifica. Poi, se strada facendo, i presunti big si sveglieranno, allora qualche soddisfazione in più potremo togliercela, ma per ora occorre mantenere un profilo basso. Anche perché alle porte c’è la doppia trasferta ravvicinata di Reggio Emilia e Mestre, da cui qualche punticino, magari ripartendo da quanto di buono mostrato ad inizio ripresa, si dovrà tirar fuori, per evitare di ripresentarsi al Riviera contro il Santarcangelo già in debito d'ossigeno.

Alessio Perotti

UN'ALTRA SCONFITTA: LA CRONACA DI SAMB-PADOVA

LE PAROLE DI FEDELI A SPORTITALIA

FEDELI: «NON VA BENE QUESTO ATTEGGIAMENTO RILASSATO»

MORIERO: «CI È MANCATO SOLTANTO IL RISULTATO»

Condividi questo post: