Andrea Fedeli: «Via dalla Samb? Mio padre è troppo innamorato di San Benedetto per andarsene»


«Sono stanco, non so se resterò un altro anno». Poche parole quelle pronunciate mercoledì dal presidente Franco Fedeli, ma abbastanza forti per preoccupare i tifosi della Samb, come se la sconfitta col Sudtirol e l’esonero di Moriero non fossero già bastati. Parole che, a distanza di 24 ore, assumono però contorni ben diversi se si va ad ascoltare il figlio del patron, Andrea Fedeli:

«Penso che quello del presidente sia stato più che altro uno sfogo dettato dal momento. Poco prima aveva ricevuto delle rassicurazioni da Moriero per le dimissioni, poi il cambio d’idea che forse lo ha un po’ buttato giù a livello umano».

Passata l’amarezza per la seconda sconfitta consecutiva e chiusa la pratica per la successione del tecnico leccese con la scelta di Capuano, però, riecco il solito Franco Fedeli.

«Oggi era molto carico, penso che avrà chiamato mille volte per sapere come andavano gli allenamenti e avere delle impressioni sul nuovo allenatore. Come tutti si aspetta tanto da questa annata e noi vogliamo ripagarlo per gli sforzi. Un possibile addio? Mio padre è troppo innamorato di San Benedetto per andarsene».

Redazione

Condividi questo post: