Salvo il Modena. Play off: che lotta per tra Bassano, Santarcangelo, Albinoleffe e Sudtirol


Il racconto della penultima giornata: in coda si giocano la salvezza diretta Mantova, Teramo, Forlì e Fano, tutte e quattro raccolte in due punti. Saluta la Lega Pro l’Ancona…

ANCONA – SAMB 1-2
L’Ancona precipita in Serie D mentre i rossoblù festeggiano la conquista dei playoff grazie alle reti di Agodirin e Vallocchia. Qui la cronaca dell’incontro.

BASSANO – GUBBIO 3-0
Gubbio non pervenuto. Il Bassano doveva fare la gara per cercare di fortificare la nona posizione in griglia e provare a chiudere la stagione con i playoff. Gli eugubini, già certi della qualificazione, hanno dato segno di presenza in due occasioni dopo il vantaggio di Bianchi alla mezz’ora, poi più nulla. Nella ripresa la squadra di Bertotto dilaga grazie alle reti di Grandolfo, doppietta per lui nei primi dieci minuti.

LUMEZZANE – FANO 1-2
Bel colpo del Fano in ottica salvezza. Grazie alla vittoria sulla diretta concorrente i granata assottigliano la distanza dalla zona sicura a -2. Due reti in successione in apertura di gara frastornano il Lume che incassa prima da Ferrani al 2’ poi da Melandri al 17’. Alla mezz’ora accorcia Leonetti, ma nella ripresa non succede altro.

MODENA – MANTOVA 2-0
Il Modena di Capuano è salvo. Il Mantova cade al Braglia, vittima dei gialloblù bravi a dimostrare maggior forza e un miglior gioco. Apre le danze Nolè al 12’ e chiude Giorico a dieci dal termine. In mezzo troppo poco Mantova.

PORDENONE – FERALPISALÒ 1-2
Brutta caduta per il Pordenone che a San Benedetto dovrà giocarsi le residue chance di agganciare il secondo posto ora occupato dal Parma a +1. Qui la cronaca dell’incontro.

REGGIANA – FORLÌ 0-1
I tre, pesantissimi, punti strappati al Mapei Stadium dal Forlì consentono agli uomini di Gadda di toccare, quasi, con mano la salvezza diretta, ora distante solo 1 punto. È Tentoni, dopo otto minuti di gioco, a spezzare gli equilibri regalando alla Reggiana la sconfitta, ma non intaccando la certezza del matematico quinto posto in griglia.

SANTARCANGELO – MACERATESE 5-1
Il Sant si prende il decimo posto imponendo alla Rata una pesante sconfitta maturata dal 50’ minuto in poi, quando Bondioli finisce anzitempo sotto la doccia mettendo nei guai i compagni. Avvio equilibrato con il vantaggio romagnolo marcato da Merini al 16’. Il pari non si fa attendere ed arriva venti minuti dopo per opera di Marchetti. Nella ripresa il Santrcangelo (in superiorità numerica) dilaga con Cori al 58', una autorete di Marchetti al 67', Jadid al 69' e Ungaro al 77'. Brutto modo di salutare definitivamente quel sogno chiamato playoff.

SUDTIROL – PADOVA 1-0
Momento d’oro per il SudTirol coronato da una inattesa vittoria sul Padova. La rete di Gliozzi al 32’ getta nello sconforto gli uomini di Brevi che, da un mese non vincono e, seppur certi di giocarsi i playoff, salutano definitivamente l’ambito secondo posto.

TERAMO – PARMA 0-0
Un pari ricco di emozioni che accontenta entrambe le squadre. Il Teramo poteva portare a casa tre punti e fare un passo più deciso verso la salvezza diretta che invece dovrà giocarsi domenica a Salò. Il Parma si scrolla la serie di tre sconfitte consecutive dalle spalle portando a casa un punto buono per rimettere sotto il Pordenone e prendersi la seconda piazza in classifica.

VENEZIA – ALBINOLEFFE 1-1
L’AlbinoLeffe avrebbe dovuto approfittare meglio del calo del Venezia (in Serie B e con la Coppa Italia appena conquistata) invece contro i lagunari, gli uomini di Alvini, passano in vantaggio grazie a Ravasio dopo dieci minuti, ma non chiudono il match e vedono Tortori segnare l’1 a 1 allo scoccare dell’ora di gioco.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: