Roselli: «La Virtus? Squadra tosta. Mi aspetto una crescita anche nelle partite esterne»



Si complica la vita della Samb: Roselli perde Stanco per infortunio e così ci sarà una nuova formazione da inventare. Queste le parole del tecnico nella conferenza prima della gara:

«Mi aspetto anche di vedere la nostra crescita in trasferta dove incontreremo una squadra che si chiude molto e riparte velocissima. Andremo incontro a problemi che non abbiamo affrontato fino ad ora. In attacco abbiamo quattro giocatori, tre e qualcuno che può adattarsi. Ad esempio Di Massimo e Calderini hanno caratteristiche tattiche simili e bisogna valutare la gestione dei 90 minuti. C’è pure De Paoli che ha caratteristiche da attaccante. Dovremo provare a tenere in mano il pallino del gioco perché così è chiaramente più facile giocare. La Virtus è una squadra che alterna una pressione molto alta a posizioni ben prese in mezzo al campo. I livelli sono questi. Le prime 5-6 squadre più forti hanno soluzioni diverse per vincere le partite. Io ai miei chiederò di limitare i fattori positivi della Virtus cercando di metterli poi in difficoltà. Devo capire quali giocatori, tra chi ha pochi minuti, devo schierare dall’inizio. La cosa importante sarà capire chi ha maggior autonomia poi capire le caratteristiche migliori dei nostri».


Condividi questo post: