Roselli: «La Samb ha avuto problemi enormi, ora deve essere una squadra»


La sfida col Monza può essere un punto di svolta per un inizio di stagione molto complicato come quello che sta vivendo la Samb.


Lo sa bene il nuovo allenatore rossoblù Giorgio Roselli, che in conferenza stampa non ha però puntato il dito contro la classifica ma contro l’atteggiamento di un gruppo che finora non si è espresso come avrebbe potuto. «In questo momento il problema della Samb non è tanto il fatto che abbia fatto due punti in quattro partite, ma il come siano maturati questi due punti – ha detto il tecnico a poco più di 24 ore dalla sfida col Monza –. Io credo che il mio primo obiettivo debba essere far comportare i ragazzi da squadra, perché nelle quattro partite che ho visto ho notato dei problemi enormi: psicologicamente e tatticamente devo far leggere bene le cose ai giocatori, questo finora non è successo almeno per quello che mi è sembrato». Tutti motivi per cui nella testa di Roselli i primi dubbi non sono relativi ai moduli di gioco, anche se chiaramente il tecnico umbro sa già quale canovaccio seguire: «Non credo che per ora si possa andare incontro ad un 4-3-3, perché non mi piace con determinati interpreti. Abbiamo iniziato ad impostare la squadra in un certo modo, ma non è detto che durante la partita o nei prossimi impegni non si possa cambiare qualcosa».

Redazione


Commenti
Condividi questo post: