Ripescaggio, la Samb torna a crederci. La Lega chiama Fedeli


In mattinata un funzionario della Lega ha chiesto al patron rossoblù conferme sulla domanda di ripescaggio presentata nei giorni scorsi, ma una situazione più chiara si avrà soltanto nei prossimi giorni…

LA CHIAMATA A FEDELI – Una semplice telefonata riaccende gli entusiasmi in ottica ripescaggio. Nella mattinata di martedì un funzionario della Lega avrebbe chiamato il presidente della Samb Franco Fedeli per chiedere conferma sul fatto che il club rossoblù avesse presentato domanda di ripescaggio in Lega Pro. Un gesto che ha sorpreso anche lo stesso presidente e che potrebbe essere letto come un segnale di apertura per un eventuale salto di categoria.

NULLA DI INTENTATO – Vero è che la famiglia Fedeli, che da poco ha assunto la guida della Samb, si è sempre detta poco fiduciosa riguardo al ripescaggio in Lega Pro, anche quando in ballo c’era il ricorso presentato dall’ex patron Moneti assieme a Forlì e Gubbio contro i criteri adottati dalla Lega. Lo stesso Fedeli, però, non ha voluto lasciare nulla di intentato, presentando domanda di ripescaggio (corredata da fidejussione di 400mila euro e tassa d’iscrizione di 105mila) appena dopo il suo insediamento. Una cosa è certa: il ripescaggio in Lega Pro resta piuttosto improbabile, ma la chiamata diretta a Franco Fedeli permette di continuare a sperare. Più chiarezza si avrà sicuramente nei prossimi giorni, quando verranno emesse le prime sentenze sulle vicende del calcioscommesse.

Redazione 

Condividi questo post: