Reggio Audace-Samb 0-0: traversa di Cernigoi e poi tante occasioni. Il primo tempo



REGGIO AUDACE-SAMB, LE FORMAZIONI

Colpo di scena: mister Montero lancia Lorenzo Fusco tra i pali. Parte sotto il settore dei tifosi rossoblù il portierino di casa, il più giovane tra i 22 titolari. Con i recuperi di Orlando e Frediani si rivede buona parte della Samb che tanto bene aveva fatto fino alla crisi di risultati di qualche giornata fa. Per questo viene rispolverato il 4-3-3 di default per la formazione ospite, con Alvini che propone il trittico offensivo con Kargbo punta avanzata in compagnia di Kirwa e Zanini. Parte bene la Samb che subito sull’asse Orlando-Frediani. Bell’incrocio dell’ex Salernitana con Narduzzo che blocca a terra in due tempi. Non si arriva neanche al 10’ che Biondi, da piazzato, lancia lunghissimo. Cernigoi prolunga di testa per Cernigoi, si proprio così, e si presenta al tiro sorprendendo Narduzzo fuori dai pali. La sfera ferma la sua corsa sulla traversa. Scorrono i minuti e la Regia cresce. Due occasioni, non pericolose, per i padroni di casa. Nella seconda, quella più limpida, Fusco è bravo in uscita a fermare Libutti. Al 21’ arriva il primo corner per i rossoblù, Volpicelli batte e Biondi incorna, palla fuori di pochissimo. La gara è molto nervosa, ha il suo bel da fare Carella di Bari che iscrive Di Pasquale nel libretto dei cattivi per un fallo su Kargbo. I ritmi si abbassano intorno alla mezz’ora quando i granata provano a far la voce grossa sugli sviluppi di un calcio di punizione, esce bene la difesa di mister Montero. A pochi minuti dal termine della prima frazione buona azione insistita di Miceli e soci con Orlando bravo, dalla sinistra, a liberarsi del diretto marcatore per crossare in mezzo. Cernigoi, versione falco, si avvita in tuffo e colpisce di testa. Sfera sul fondo. Sempre Samb pericolosa in chiusura: Volpicelli fa tutto da solo liberandosi al tiro, Narduzzo si supera e devia in angolo. Sugli sviluppi Gelonese colpisce male a pochi centimetri dallo specchio. Miracolo in chiusura di Fusco che spranga la porta a Kargbo, bravo a trovare il tiro. Pregevole il gesto dell’estremo rossoblù.


Commenti