Rata-Samb è un derby da incognite. L’ex Fioretti guida l’attacco rossoblù


Esordio in campionato per entrambe le marchigiane. Ancora al vaglio il modulo di entrambe le squadre, con la formazione di Palladini che potrebbe presentarsi con un modulo abbastanza abbottonato…

Convocati gli ultimi arrivati Damonte e Tortolano ma per loro solo panchina. Coppia centrale con Mori-Di Pasquale, l'ex di turno Fioretti a guidare l'attacco. Finalmente, parla il campo: ecco Maceratese-Samb.

DUBBI TRA I TITOLARI – Ottavio Palladini è all’esordio assoluto su una panchina tra i professionisti. Poteva essere un esordio soft davanti al pubblico di casa, ma la sorte lo vuole condottiero all’Helvia Recina. La stagione rossoblù non è partita sotto i migliori auspici dopo l’eliminazione al primo turno in Coppia Italia di Lega Pro, con i suoi che non hanno comunque sfigurato contro Gubbio e Viterbese. Quasi certo il posto tra i pali di Pegorin, con Frison ancora alle prese con i postumi dell’infortunio rimediato in Coppa. In mezzo Sabatino e Berardocco con Lulli a supporto. Davanti si ritaglia uno spazio Giordano Fioretti, ex di turno, con Sorrentino che potrebbe guardare la gara dalla panchina.

GIUNTI SICURO – Reduce dall’ultima amichevole disputata in settimana contro il Trodica, il tecnico della Rata si dice ottimista circa l’esordio casalingo contro la Samb. In più di una occasione, nel pre-stagione, ha preparato la squadra per scendere in campo con il 4-3-3. Niente male il potenziale offensivo a disposizione dell’ex Milan che può contare su Giorgi, Colombi, Petrilli e Diego Allegretti, classe ‘92 ex Vibonese. In occasione del match contro la squadra di Fedeli è stata indetta la giornata biancorossa, quindi non saranno valide le circa 900 tessere stagionali sottoscritte dai tifosi maceratesi.

PROBABILE FORMAZIONE – Samb (4-3-3): Pegorin; Di Filippo, Mori, Di Pasquale, Pezzotti; Sabatino, Berardocco, Lulli; Mancuso, Fioretti, Di Massimo.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: