Raparo squalificato. Multate Fermana, Recanatese e Castelfidardo. Porte chiuse per l’Avezzano


Le decisioni del giudice sportivo dopo la penultima giornata di campionato. Quinta infrazione per il centrocampista della Samb, pioggia di multe per le società del girone F…

Quello contro il Chieti è stato il quinto cartellino giallo della stagione collezionato da Marco Raparo. Per il centrocampista di Montegranaro, dunque, è scattata la squalifica di un turno: non potrà assere presente nel prossimo turno, ma tornerà a disposizione di Palladini per la Poule Scudetto. La stessa misura è stata adottata dal giudice sportivo Francesco Riccio nei confronti di Daniele Mozzoni, difensore del San Nicolò che domenica 8 maggio affronterà in casa la Samb. Numerose, invece, sono state le multe comminate a società del girone F di Serie D.

– 2.500 euro di multa ed una gara da disputarsi a porte chiuse per l'Avezzano, i cui tifosi hanno lanciato sputi e sassi contro un assistente dell'arbitro.

– 1.800 euro alla Fermana. Nei referti di arbitro e commissario di campo è riportato che i tifosi canarini hanno lanciato nella pista d'atletica del Tubaldi di Recanati sei fumogeni ed un petardo prima dell'inizio della gara, ancora un fumogeno nei minuti finali del secono tempo. Gli stessi supporter hanno anche danneggiato parte della recinzione posta tra le tribune ed il terreno di gioco.

– 1.200 euro per il Castelfidardo, i cui tifosi hanno lanciato due accendini verso l'arbitro, materiale in plastica verso la panchina del loro club ed aver intonato cori gravamente offensivi nei confronti dei giocatori dell'Amiternina.

– 300 euro alla Recanatese. Arbitro e commissario di gara hanno infatti riportato che la tifoseria giallorossa ha fatto esplodere un petardo.

Redazione

Condividi questo post: