Quei limiti riemersi


Dentro Samb-Vis Pesaro. Sono tornati a galla tutti i difetti che erano stati celati (ma non annullati completamente) nelle scorse settimane. A soffrire, oltre un pacchetto difensivo non all’altezza, è stato il centrocampo, abbandonato al suo destino dall’immobilismo degli attaccanti…

Dietro le quattro vittorie consecutive delle ultime settimane c'era sempre stata una Samb che faticava sotto il piano del gioco ma che, in un modo o nell'altro, riusciva a mascherare le sue mancanze (più di natura tattica che tecnica) attraverso carattere e giocate dei singoli.

Contro una Vis Pesaro ordinata dietro e frizzante in contropiede, invece, tutti i limiti dei rossoblù sono improvvisamente tornati a galla.

Carteri e Paulis, quando si sono trovati con il pallone tra i piedi, hanno sempre avuto davanti a loro quattro giocatori fermi, completamente avulsi dalla manovra. Dietro, invece, sono state innumerevoli le imbarcate subite della difesa, di fronte ad un attacco sbarbatello come quello della squadra di Ceccarini. Limiti che una Samb piccola piccola come quella di domenica non è riuscita a mascherare.

 

Daniele Bollettini

Condividi questo post: