Porto d’Ascoli-Sangiustese 0-0, un pari che tiene in corsa per i playoff



PORTO D’ASCOLI-SANGIUSTESE 0-0
PORTO D’ASCOLI (4-1-4-1): Testa Andrea; Petrini, Passalacqua, Sensi, Pasqualini; D’Alessandro (18’st Orsini); Traini (9’st Evangelisti), Rossi, De Cesare, Cinaglia (20’st Shiba); Battista (45’st Fabrizi). A disp. Cannella, Gadaleta, Massi, Centi, Cameli. All. Davide Ciampelli.
SANGIUSTESE (4-3-1-2): Amico; Tomassetti, Carrieri, Ferri (37’st Lanza), Calamita; Iuvalè, Forò (37’st Iacoponi), Ercoli; Olivieri (41’st Ruzzier); Ganci (25’st Badiali), Testa Davide (39’st Tittarelli). A disp. Giachetta, Lasku, Biondi, Doci. All. Roberto Vagnoni.
Arbitro: Matteo Giudice di Frosinone
Note. Gara giocata a porte chiuse; ammoniti: D’Alessandro, Rossi, Battista; angoli: 2-3; recupero: 0’+5′.

Il Porto d’Ascoli non va oltre il pari interno contro la Sangiustese e rimane in corsa per un posto per i playoff, insieme ai rossoblu che salgono al secondo posto. Gli uomini di Ciampelli hanno dato battaglia nonostante le tante defezioni come quelle di Napolano e Puglia. Il primo tempo è ad appannaggio degli ospiti che già dopo soli sette minuti vanno vicini al vantaggio con con Davide Testa che vede il portiere avversario avanzato e tenta il pallonetto ma difetta nella mira e il pallone finisce sul fondo. Al 25′ si vede Ganci, su punizione dal limite, ma il pallone è deviato dalla barriera. Al 31′ è Battista, sempre su punizione, a mettere i brividi alla difesa della Sangiustese.

Prima dell’intervallo è Ercoli ad impegnare Testa in una difficile parata. Nella ripresa la prima azione degna di nota si ha al quarto d’ora con Ganci, con un tiro preciso dal limite, fa volare Testa a togliere la palla dall’incrocio. Al 20′ si vede il rientrante Shiba che da buona posizione manda sul fondo di testa. L’ultima emozione al 39′ con Badiali che costringe Testa ad allungarsi e a togliere il pallone dall’angolino basso.


Commenti
Condividi questo post: