Porto d’Ascoli, Ruggeri: «Ripartire solo se ci fossero le condizioni per tutelare la salute»



Samuele Ruggeri, professione attaccante, che proprio nell’ultima gara giocata prima dello stop per coronavirus aveva aperto le marcature del Porto d’Ascoli dando il là al successo nel derby col Grottammare e realizzando la prima rete in biancoceleste. «Questo periodo di quarantena – attacca Ruggeri – lo sto passando a casa ad Esanatoglia dove abito con la mia famiglia e qua ad oggi fortunatamente non ci sono casi. Mi mancano come a tutti le solite abitudini ma in questo momento è importante restare a casa e seguire le indicazioni degli esperti perché solo così potremmo tornare alla normalità il prima possibile».

Cosa stai facendo per mantenerti in forma?
«Per tenermi in forma ho a disposizione il giardino di casa dove oltre agli esercizi che ci invia il prof. riesco anche a fare qualcosa con la palla per cercare di non perdere tutto il lavoro fatto fin qui. Ovviamente è un momento in cui bisogna saper adattarsi a queste condizioni e allenarsi quotidianamente anche in casa è un buon modo per tenersi attivi».

Secondo te come finirà questa stagione? «È difficile fare previsioni. Se ci saranno le condizioni adatte per tutelare la salute di tutte le persone allora si potrebbe anche allungare il campionato fino all’estate e non vanificare i risultati ottenuti fino alla sospensione. Ma in questo momento particolare, la salute delle persone ha la priorità su ogni cosa!»

Lara Facchini


Condividi questo post: