Porto d’Ascoli, Izzotti: «Onore e rispetto per la capolista ma dovremo rialzarci dopo lo stop di Fossombrone»



Il Porto d’Ascoli è uscito sconfitto nel match contro la Forsempronese che, di fatto, rappresentava l’anteprima della finale di Coppa Italia Marche del prossimo 15 gennaio. Pragmatico mister Domenico Izzotti che non accampa scuse: «Abbiamo pagato dazio a Fossombrone che sulla carta poteva sembrare una squadra non fortissima ed invece in campo si è dimostrata il contrario. Quando siamo andati sotto di un gol non ho visto la reazione giusta e il raddoppio ne è stata la conseguenza. Se vogliamo pensare in grande non possiamo giocare in questo modo».

E poi guarda già all’ultima gara del 2019 che vedrà i biancocelesti affrontare la capolista, campione d’inverno con un turno d’anticipo. «L’Atletico Gallo è una squadra in salute e che crede in quello che fa. Ha il coraggio della capolista e soprattutto quella spensieratezza di non avere i favori del pronostico che può essere un grande vantaggio per loro. Noi siamo consapevoli di affrontare la capolista quindi onore e rispetto per loro ma è chiaro che dobbiamo rialzarci dalla sconfitta ed è qui che si vede il carattere di una squadra».


Commenti