Porto d’Ascoli-Anconitana 1-2, un doppio Ambrosini rende vana la rete di Verdesi



PORTO D’ASCOLI-ANCONITANA: 1-2
MARCATORI: 24′ e 40’st Ambrosini, 30’st Verdesi
PORTO D’ASCOLI: Di Nardo, Petrini, Pasqualini, Gabrielli, Vallorani, Sensi, Valentini (14’st Ruggeri), Rossi, Ciarmela, Napolano, Verdesi (44’st Cinaglia).
A disp: Cannella, Trawally, Lazzarini, Vespa, Fazzini, Ruggieri, Di Tecco. All. Zappalà
ANCONITANA: Battistini, Pierdomenico, Bartolini, Visciano (12’st Basualdo), Micucci, Trombetta, Fiore (43′ st Giambuzzi), Magnanelli, Liccardi (35’st De Sagastzabal), Mansour, Ambrosini (44’st Cameruccio).
A disp: Montuoso, Baciu, Marzioni, De Fabritis. All. Marino
Arbitro: David Kovacevic di Arco Riva
Note. Ammoniti: Rossi, Visciano, Napolano, Trombetta, Gabrielli; recupero: 2’+4′.

Al Porto d’Ascoli non riesce l’aggancio in classifica all’Anconitana: i biancocelesti perdono per 2-1, al ‘Ciarrocchi’ nonostante una buona prova ma devono inchinarsi alla doppietta di Ambrosini. A nulla è servita la splendida rete di Verdesi che aveva momentaneamente impattato la gara. La partenza è molto buona per gli uomini di Zappalà che mettono in difficoltà i dorici nei primi 20 minuti prima che arrivi il vantaggio biancorosso: corre il 24′ quando Ambrosini esplode un tiro dal limite che si insacca all’angolino dove Di Nardo non può arrivare.

La reazione del Porto d’Ascoli c’è e produce un colpo di testa di Valentini che termina di poco fuori. Finale di tempo molto nervoso con ben quattro gialli sventolati nel giro di due giri di lancette.
Nella ripresa, al 18′, bella punizione dal limite di Napolano che Battistini è costretto a smanacciare per evitare problemi. L’azione del Porto d’Ascoli si fa sempre più pressante fino al raggiungimento del meritato pari: corre la mezzora quando Verdesi esplode un tiro dalla lunga distanza che colpisce il palo e poi tocca il portiere e si insacca in porta. Quando sembrava che potesse maturare il pari, al minuto 40, i biancorossi tornano avanti: lunga rimessa in gioco di Bartolini che pesca, in mezzo all’area Ambrosini che in spaccata mette alle spalle di Di Nardo.


Commenti
Condividi questo post: