Porto d’Ascoli, altro stop: 3-2 a Macerata


HELVIA RECINA – PORTO D'ASCOLI    3 – 2

MARCATORI: 1' Rocci, 19'pt Bolzan, 40' Pietrella, 42'st (rigore) Cingolani, 44'st Ionni.

LE FORMAZIONI

HELVIA RECINA (4-3-3): Isidori; Argalia, Tacconi, Ballini (29'pt Cervigni), Montanari; Ionni, Midei, Pietrella; Francioni (22'st Rapacci), Rocci, Romanski. A disposizione: Maccari, Grassi, Scoccia, Crocioni, Gibellieri. Allenatore: Lattanzi.

PORTO D'ASCOLI (4-4-2): Cinaglia; Donzelli (12'st Nepa), Palmarini, Ciotti, Viti; Leopardi, Tedeschi (30'st Croci), Biancucci, Cappelli (12'st Gabrielli); Bolzan, Cingolani. A disposizione: Capriotti, Mazzagufo, Tommasi, Bastianelli. Allenatore: Renga (Filippini squalificato).

ARBITRO: Thomas Bonci di Pesaro (Alesi di Ascoli Piceno – Battista di Pesaro).

AMMONITI: Midei, Cappelli, Tacconi.

ANGOLI: 5 – 2.

NOTE: Presenti circa 250 spettatori.

Seconda sconfitta consecutiva per il Pd’A, che cade in casa dell’Helvia Recina e scivola al quarto posto in classifica. Non bastano i gol di Bolzan e Cingolani, nel finale Ionni regala i tre punti ai suoi…

Seconda sconfitta consecutiva per il Porto d'Ascoli, che dopo i cinque gol rimediati dalla Civitanovese, perde per 3-2 a Macerata contro l'Helvia Recina al termine di una partita spettacolare e che si è decisa negli ultimi minuti. Pronti via ed è subito gol: è l'Helvia Recina a sbloccare con Lorenzo Rocci che porta avanti i suoi dopo neanche quaranta secondi di gioco. Il Porto d'Ascoli non ci sta e perviene al pari al 19' con Marcos Bolzan che la mette dentro con un perfetto pallonetto. Prima dell'intervallo è il capitano arancionero Pietrella a siglare il nuovo vantaggio con un tiro al volo. Nella ripresa succede di tutto negli ultimi minuti. Al 42' il Porto d'Ascoli guadagna un rigore molto contestato dai padroni di casa e trasformato con freddezza da Cingolani. Quando tutto sembrava presagire ad un pari arriva la rete decisiva del migliore in campo Ionni che è lesto ad infilare in rete una ribattuta di Cinaglia su tiro di Romanski.

Enrico Tassotti

Condividi questo post: