Pezzotti: «La Samb non è più una sorpresa. Vogliamo arrivare il più in alto possibile»


Il capitano rossoblù: «Il nostro è un gruppo forte e competitivo. Io fuori da due gare? Le scelte del mister si accettano sempre». Sul fattore tifo: «Sotto la Curva Nord abbiamo sempre dato il meglio»…

Nove presenze da titolare, due ingressi a partita in corso e la fascia da capitano divisa con Sabatino. Marco Pezzotti è tra i reduci della vittoria del campionato dello scorso anno, leader dello spogliatoio rossoblù. Il calendario sembra riservare una serie di gare abbordabili alla Samb, ma l'esterno reatino non sembra d'accordo:

«Sono partite facili solo sulla carta. Non si tratta di squadre da prendere alla leggera perché si rischia di fare brutta figura».

Il concetto di salvezza è un mantra ormai radicato:

«Siamo concentrati su quello che è il nostro obiettivo primario. Certo, stare lassù non ci dispiace, ma vogliamo prima metterci in condizione di poter giocare avendo raggiunto la soglia di sicurezza».

AlbinoLeffe, Modena e Ancona in casa, dove la Samb è caduta sotto i colpi del Mantova, trovando poi la strada per ricostruire il fortino del Riviera:

«Sotto la nostra curva abbiamo sempre dato il meglio, anche se qui le squadre vengono a giocare molto chiuse rendendoci difficile sfondare con i nostri attaccanti».

Una posizione in classifica, all'inizio della stagione, difficilmente preventivabile. La Samb ha stupito tante persone, ma non chi fa parte della truppa rossoblù:

«La squadra ha voglia e vuole arrivare alla sosta il più in alto possibile anche se incontreremo avversari che vorranno toglierci punti. All’inizio eravamo una sorpresa, ma ora affronteremo squadre che già ci conoscono e sarà più difficile. Il nostro è un gruppo forte e competitivo. Lo dimostra il fatto che, nonostante i tanti infortuni e le squalifiche, chi stava fuori ha dato l'anima in campo permettendo alla Samb di prendersi le posizioni alte della classifica».

Introspettiva di Pezzotti, al ritorno tra i Pro:

«Ho giocato con maggior continuità in questo avvio di campionato, rispetto alla scorsa stagione. Erano anni che non giocavo in Serie C, tra l'altro, in un ruolo in cui non venivo impiegato più da qualche anno. C'è stata un po' difficoltà e qualche partita storta, ma ho sempre dato il massimo. Sono fuori da due gare, ma non è un problema: le scelte del mister si accettano sempre. In settimana cerco sempre di prepararmi al meglio».

Sabato arriverà un avversario in cerca di vendetta:

«L’AlbinoLeffe è una squadra molto forte che fino a Reggio aveva vinto cinque partite di fila, ma come è successo a noi e a tanti altri, contro la Reggiana non si passa. C’è Loviso in mezzo al campo che fa girare palla in maniera importante e possono contare sulla presenza di molti giocatori rapidi in rosa. Troveranno una Samb pronta, assolutamente non appagata e che affronterà ogni gara al meglio».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: