Perina e la voglia di Samb: «Mi piacerebbe restare qui»


Pietro Perina è arrivato nel mercato di gennaio a dar man forte alla formazione di mister Capuano. Fortemente voluto dall’allenatore ex Modena, il portiere barese, ha avuto un difficile inizio a San Benedetto esordendo contro il Gubbio poi trovandosi a difendere la porta contro Padova e Reggiana. Pochi gol subiti, 8 in 10 partite, e tanto merito anche dato ai compagni:

«È stato un brutto inizio perché prendere gol da 50 metri non è roba che capita in tutte le partite, ma sono stato bravo a migliorarmi con il lavoro e continuerò a farlo sempre. Subiamo poco, ma è perché ci aiutiamo a vicenda. Un grande aiuto, ad esempio, parte dagli attaccanti che accorciano tanto e ci danno una mano importante».

A suon di parate, e quella in chiusura contro il Ravenna è solo l’ultima di una lunga serie, si è ritagliato un ruolo da protagonista in questa cavalcata di fine stagione.

«Solo una grande squadra come la nostra poteva recuperare uno svantaggio arrivato dopo tre minuti e contro una squadra in striscia positiva. La parata? È stata importante, ma in quel momento non ci pensi, sei concentrato alla partita. Era fondamentale portare a casa i tre punti. È un avversario che sa difendersi e abbiamo visto che puntano molto sulla palla lunga verso Marzeglia, li abbiamo chiusi bene».

Dal più recente passato, al prossimo futuro. C’è la possibilità di vedere Perina indossare la casacca rossoblù anche nella prossima stagione?

«C’è la mia volontà a rimanere e ne ho già parlato con il direttore (Andrea Gianni, ndr), ma ho altri due anni a Cosenza quindi dobbiamo discuterne. Questo è anche un campionato più seguito dove c’è più facilità di emergere. Principalmente qui mi sono trovato bene con la squadra poi è una piazza importante e caldissima».

Condividi questo post: