Pd’A, vincere per continuare a sognare


Il cammino della squadra di Filippini (che due anni fa si trovava in Prima Categoria) è stato sorprendente, ma i biancazzurri sanno che ora arriva il momento di raccogliere i frutti di quest’ottima annata…

Non sarà un Porto d'Ascoli con la “pancia piena” quello che domenica affronterà l'Urbania. Lo spera il mister Filippini, condottiero dei biancazzurri in una stagione al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Il cammino della squadra di Filippini (che due anni fa si trovava in Prima Categoria) è stato sorprendente, ma i biancazzurri sanno che ora arriva il momento di raccogliere i frutti di quest'ottima annata.

 

LA CLASSIFICA SORRIDE – Domenica, infatti, il Porto sarà di scena in terra pesarese, dove affronterà la quintultima forza del torneo. Per chiudere ufficialmente il discorso salvezza basta un pareggio, ma in caso di vittoria il Pd'A salirebbe a quota 43, tenendo vivo il sogno play-off. Il terzo posto, occupato dal trio Vismara-Monticelli-Montegiorgio, dista soltanto quattro punti. Per accedere agli spareggi promozione basta raggiungere la quinta piazza: difficile pensare che in tre giornate nessuna delle sopracitate non perda terreno.

UN TRIS PER SOGNARE – Se il Porto dovesse ottenere un 9/9 nelle ultime tre di campionato potrebbe anche ritrovarsi in una camera con vista Serie D. Se qualcuno negli ambienti del “Ciarrocchi” avesse parlato così un paio d'anni fa, probabilmente sarebbe stato preso per matto. Dopo due promozioni consecutive ed un altro campionato da protagonista, però, il Porto d'Ascoli non vuole certamente smettere di sognare.

 

Daniele Bollettini

Condividi questo post: