Pareggio scoppiettante tra Centoprandonese e Ripa: 1 – 1


CENTOPRANDONESE – AVIS RIPATRANSONE    1 – 1

MARCATORI: 19’ Gianluca Nespeca, 75’ Cameli (autorete).

 

LE FORMAZIONI

CENTOPRANDONESE: Bordoni, Capriotti, Cucco, Alessandrini, Gabrielli, D.Testa (72’ Coccia), Corradetti, Vannicola, Carosi, Deogratias, Celi. A disp: Sciamanna, Illuminati, Greco, Mercatili, C. Testa, Palestini. Allenatore: Marocchi.

AVIS RIPATRANSONE: Carfagna, Nocera, Cicchi (80’ lluka), Troli, Cameli, Tomassini, Faraone, Aloisi (61’ Michettoni), Di Bari, Ze Perez, Gia. Nespeca (23’ Marchetti). A disposizione: Colletta, S. Nespeca, Vallese, Gio. Nespeca. Allenatore: Bucci.

ARBITRO: D’Angelo di S. Benedetto.

 

Gli ospiti passano in vantaggio con Giacomo Nespeca (che poi si infortuna) nel primo tempo; i padroni di casa reagiscono col passare dei minuti. Nel finale ben sette i minuti di recupero concessi dall’arbitro…

MONTEPRANDONE – Nel primo tempo più convinta la squadra ospite, che segna con Gianluca Nespeca al 19’. Lo stesso attaccante si infortuna poco dopo la marcatura e viene sostituito da Marchetti. La Centoprandonese, più fragile a centrocampo, stenta a reagire subito. Al 35’ Carosi protesta in maniera vibrante per un presuunto calcio di rigore (trattenuta in area), l'arbitro lascia proseguire. Si accende la partita e poco dopo è ancora la Centoprandonese a sbagliare un rigore in movimento con Corradetti, che spara alto sopra la traversa. Nel secondo tempo riparte meglio la Centoprandonese che sbaglia ancora con Vannicola e compagni incredibilmente davanti alla porta di Carfagna, anche Bordoni di piede salva due volte la sua porta, ma a 15 minuti dalla fine – nel cercare di deviare la palla indirizzata a Carosi – Cameli di testa segna il più classico degli autogol. Nel finale l'ostruzionismo ospite costringe l’arbitro a concedere ben sette minuti di recupero. (C.F.)

Condividi questo post: