Panfili: «Vogliamo valorizzare i giovani. Ai Fedeli posso solo dire grazie»


Il direttore sportivo rossoblù su quelle che sono le linee guida della società: «Questa proprietà è forte e mi incoraggia a fare il mio lavoro senza paura di sbagliare»…

Cercava un profilo giovane, la società, ed era più o meno il mese di febbraio dello scorso anno. Sul taccuino il nome di Francesco Panfili. Poche parole e la volontà della società di voltare pagina puntando su una politica indirizzata verso la valorizzazione dei giovani. E tanta fiducia data all'ex scout di Lucchese ed Arezzo: «Voglio innanzitutto ringraziare la dirigenza che mi ha dato la possibilità di lavorare in questo ambiente. Sto imparando e probabilmente sbaglierò, ma sia il presidente che Andrea mi stanno dando una visione del calcio a 360 gradi». Alla corte di Francesco Moriero ci sono molti giovani e in una categoria come la Serie C far arrivare un ragazzo dal settore giovanile al rettangolo di gioco dei professionisti può rivelarsi una scommessa. Il primo incontro con il calcio vero potrebbe non rispondere dell'investimento. La famiglia Fedeli, tuttavia, sui giovani e la loro valorizzazione, punta molto: «Questa proprietà ha forza e mi incoraggia a fare il mio lavoro senza paura di sbagliare. Lavorano con il concetto di valorizzare i giovani e quel concetto, da quando sono qui, ho provato a farlo mio ed ora è una prerogativa. Vengo dal mondo dello scouting e la linea che hanno dettato ci porta a credere molto nei nostri ragazzi e seguirne la crescita».

Domenico del Zompo

ABBONAMENTI, SUPERATE LE 2000 TESSERE

ALTRA MULTA PER LA SAMB, LA SOCIETÀ SCRIVE AI TIFOSI

FEDELI JR: NON POSSIAMO SPERARE SEMPRE IN ARIDITÀ

LA SAMB VINCE E PANFILI PAGA LA CENA PER OTTO

 

Commenti
Condividi questo post: