Palladini protegge Di Massimo: «Su di lui troppe pressioni». Sul Modena: «Faranno una partita accorta»


A poche ore dalla sfida col Modena il tecnico rossoblù difende il giovane attaccante abruzzese e Fioretti: «Troppe responsabilità, si arriva al punto che ogni passaggio sbagliato è un errore grave»…

Ottavio Palladini, al termine dell'abituale rifinitura, ammette di non sapere come Ezio Capuano presenterà il suo Modena al Riviera delle Palme:

«Non so come giocheranno, sicuramente faranno una partita accorta, ma non verranno a difendersi per novanta minuti».

Un cambio tecnico importante per i canarini:

«Stiamo parlando un allenatore molto esperto, il più esperto nel girone. Il fatto di avere una sola settimana a disposizione non lo aiuta, ma credo sia in grado di tirare fuori il massimo a livello di mentalità. Il cambio dell’allenatore può sempre dare una svolta positiva».

Ma la Samb dovrà fare comunque la sua partita:

«Dovremo essere bravi a sfruttare le loro lacune mettendo subito la partita nel verso giusto senza concedere niente nelle ripartenze».

Zappacosta, Fioretti o Sorrentino, Di Massimo, N'Tow… Il punto di vista del mister sui singoli:

«Zappacosta sta bene, non è nelle condizioni di giocare una partita intera e domani valuteremo il suo impiego dal primo minuto o a gara in corso. Fioretti sarà al centro dell’attacco, l’unico dubbio che ho è N’Tow che ha ancora fastidio al flessore quindi dovremo gestirlo bene per evitare di perderlo. Non penso al turnover: scenderemo in campo solo ed esclusivamente per i tre punti. Ai tifosi non posso chiedere più di quello che già fanno abitualmente, ma voglio che facciano scendere in campo Di Massimo e Fioretti più serenamente possibile avendo maggior pazienza nei loro confronti. Nel calcio si sbaglia spesso, ci vuole tempo. Con Di Massimo ho parlato e gli ho detto che deve stare tranquillo. È stato caricato di troppe responsabilità, al contrario deve concentrarsi a migliorare e allenarsi al meglio. Il presidente ha puntato molto su di lui. Con questo peso sulle spalle succedono cose come quelle di sabato scorso dove arrivano fischi al primo passaggio sbagliato».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: