Palladini, l’esordio tra i Pro e la ‘sua’ Samb: «Lavorato sulla testa dei ragazzi. Mancuso? Straordinario già in ritiro»


Il tecnico rivierasco spiega quelle che sono state le indicazioni di mercato in fase di costruzione della squadra: «Si è puntato su giocatori in cerca di riscatto»…

Nato e cresciuto calcisticamente a San Benedetto del Tronto, il nome di Ottavio Palladini non può non essere abbinato ai colori rossoblù. Nell'intervista rilasciata in esclusiva a TuttoLegaPro il tecnico spiega:
«Allenare la Samb è una esperienza bellissima. Si tratta di una delle piazze più ambite del panorama italiano, una piazza calda dove il calcio viene vissuto sempre con  intensità e grande passione».

Una esperienza tra i Pro conclusa prima del calciomercato di riparazione:
«Con la Samb è stato bello, ma non sempre nel calcio le cose vanno come speri…»

Un lavoro comunque importante ereditato poi da Stefano Sanderra che ha condotto la Samb fino a Lecce:
«Con i miei collaboratori abbiamo lavorato molto sulla testa e le motivazioni. Credo sia l’aspetto fondamentale per un calciatore».

Un mercato fatto quasi sotto traccia, quello della Samb. Pochi "nomi" tra cui quello, pesantissimo, di Leo Mancuso:
«In sede di calciomercato avevamo puntato su giocatori in cerca di riscatto. Credo che la stagione di Mancuso sia l’emblema di questo, già durante il ritiro ha fatto vedere grandi cose».

Redazione

Commenti
Condividi questo post: