Palladini: «Esonero? Cose che succedono. Auguro al Teramo di salvarsi»


Non finisce nel migliore dei modi la prima esperienza di Ottavio Palladini lontano da San Benedetto. La missione, oggettivamente molto difficile, di salvare il Teramo si spegne ad una giornata dalla fine con l’improvviso esonero da parte del presidente Campitelli che, in ogni caso, ha definito il tecnico sambenedettese “Un gran signore”. Queste le parole di Palladini rilasciate alla Gazzetta di Reggio:

«Sono cose che nel calcio ci stanno, non mi aspettavo l’allontanamento, ci sono rimasto un po’ male ma fa parte del gioco: auguro al Teramo di salvarsi. C’è delusione, rammarico ma la gente non ha abbandonato la squadra che qualitativamente non è più scarsa delle altre. Diciamo che il non riuscire a vincere determinate partite finisce per generare apprensione e questo non è mai un bene».

A rilevare il posto del duo Palladini-Voltattorni è tornato mister Zichella, secondo di Asta, che a sua volta ha rifiutato la proposta del presidente teramano.

Commenti
Condividi questo post: