Padova-Ravenna, Feralpi col Teramo in crisi, riposa il Renate: ECCO LA 26^ GIORNATA


FANO – VICENZA

Dopo l’importantissima e rocambolesca vittoria a Ravenna, il Fano torna in campo davanti al proprio pubblico in un’altra sfida chiave per la salvezza. I marchigiani ospiteranno infatti un Vicenza che ha riposato nell’ultimo turno, ma si trova in un buon periodo di forma come testimonia il successo esterno ottenuto a Salò. I padroni di casa saranno obbligati a vincere per continuare a credere nella rimonta verso il terzultimo posto.
TRIESTINA – ALBINOLEFFE
Due squadre che ambiscono a tornare in alto, visto il nono e ottavo posto che occupano al momento. I padroni di casa hanno espugnato Meda nell’ultimo turno, rilanciandosi in zona playoff, mentre i bergamaschi hanno fermato il lanciatissimo Bassano sul pareggio, meritando qualcosa in più rispetto agli avversari. Si preannuncia equilibrio e divertimento, che vinca il migliore.
BASSANO – FERMANA
Dalle stelle alle stalle, ora nuovamente alle stelle. Questo lo strano percorso del Bassano in questo campionato: dopo un ottimo avvio seguito dal drastico calo, ora i padroni di casa sono di nuovo in lotta per le prime posizioni: per proseguire la loro marcia dovranno superare l’ostacolo Fermana, tornata in forma con due vittorie consecutive ai danni di Mestre e Teramo, che hanno riproiettato i canarini nei pressi della zona playoff.
FERALPISALÒ – TERAMO
Sfida sulla carta nettamente sbilanciata in favore dei leoni del Garda, reduci dalla passeggiata di Pordenone, che ha consentito loro di guadagnarsi il secondo posto solitario. Il Padova è troppo lontano, ma la Feralpi dovrà vincere per mantenere la propria posizione. Stesso dicasi per il Teramo, in crisi nera, scivolato in zona retrocessione con appena un punto nelle ultime quattro: riuscirà Palladini a ribaltare tutto?
PADOVA – RAVENNA
Impegno decisamente alla portata della capolista, che davanti al proprio pubblico vorrà superare il Ravenna per mantenere e magari allungare un vantaggio già molto consistente in classifica. I biancoscudati hanno avuto la meglio sul Santarcangelo nell’ultimo turno, ed ora se la vedranno con un’altra squadra invischiata in basso: i romagnoli dovranno tentare un’impresa per recuperare i punti persi nell’overtime con il Fano.
REGGIANA – SANTARCANGELO
Dopo il pari ottenuto con mille sofferenze al Riviera delle Palme, al Mapei Stadium la Reggiana vuole ritrovare la vittoria per continuare a inseguire il secondo posto. Gli emiliani ospiteranno un Santarcangelo che nell’ultimo turno ha messo in difficoltà la capolista, uscendo però sconfitto, e che da qui alla fine non concederà niente a nessuno visto il peso dei punti in palio nella lotta per non retrocedere.
GUBBIO – PORDENONE
È tornato a vincere il Gubbio, mettendosi momentaneamente al riparo da brutte sorprese, ma il campionato è ancora lungo e guai ad adagiarsi sugli allori. Gli umbri vorranno dar seguito al successo sul campo del Sudtirol contro un Pordenone reduce dal pesantissimo 0-3 interno con la Feralpi, oltre alla sconfitta infrasettimanale contro il Sudtirol, a testimonianza del rendimento troppo discontinuo dei ramarri.
Gian Marco Calvaresi
Condividi questo post: