«Niente crescita senza campi d’allenamento». E il sindaco rassicura la Samb


Per la stagione che sta per iniziare il problema è stato risolto grazie alla sinergia col Grottammare ed altre società, ma in futuro la Samb non dovrà più peregrinare…

I campi di allenamento restano un problema da risolvere per la Samb e per il Comune di San Benedetto, da cui la società di viale dello sport si aspetta qualche passo in avanti nei prossimi mesi. Dove far allenare la prima squadra rossoblù? E dove tutti i ragazzi del settore giovanile? A queste due domande la società di viale dello Sport ha trovato una risposta, almeno per la stagione che è alle porte: la squadra allenata da Moriero svolgerà diverse sedute al Pirani di Grottammare, le restanti al Riviera delle Palme e al Merlini se ce ne sarà la necessità. L'ex Campo Europa e le strutture di Agraria e Ragnola ospiteranno invece i ragazzi del settore giovanile. Difficile, però, pensare che le nuove leve della squadra più importante della città possano peregrinare da un posto all'altro come sempre è avvenuto negli ultimi anni. Di questo si è parlato anche alla presentazione della prima squadra avvenuta in piazza Giorgini venerdì scorso. «Speriamo nell'anno in corso di raggiungere un accordo con il Comune di San Benedetto, per avere un posto fisso per la Sambenedettese. Tutta la crescita dipende dalle strutture, non possiamo prescindere dai campi di allenamento» ha detto l'amministratore delegato Andrea Fedeli. A rispondere è stato direttamente il sindaco Pasqualino Piunti, anche lui presente all'evento di venerdì sera: «La società ha dimostrato di avere grandi ambizioni, il Comune è al passo con quelle che sono le richieste dei cittadini e farà la sua parte. Sappiamo che qui a San Benedetto si vive di Samb, per questo l'Ente farà la sua parte, per non far andare i ragazzi a peregrinare nei campi dei dintorni».

Redazione

SAMB, SI TORNA AL LAVORO DOPO FERRAGOSTO

COMPAGNONI: «SAMB, PUOI FARE GRANDI COSE»

Condividi questo post: