Nel luogo del black out c’era fumo da diversi minuti: importante il verbale dei VVFF


Il guasto si è verificato vicino al settore occupato dai tifosi della Samb. Determinante sarà il verbale dei Vigili del Fuoco: potrebbe iniziare una lunga partita legale…

Che dalle parti del generatore non tutto stesse andando per il meglio qualcuno forse lo aveva capito anche prima del 32' del primo tempo: il fumo, infatti, aveva iniziato ad alzarsi probabilmente il principio di incendio che ha provocato la sospensione di Fermana-Samb era già in atto. La cosa si poteva notare anche nel segnale in diretta trasmesso da Rai3 nel momento in cui il gioco si svolgeva nella metà campo della squadra di Moriero. Il guasto, dunque, si è sviluppato a pochi metri dal settore occupato dai più di 700 tifosi sambenedettesi presenti al Bruno Recchioni; molti di loro, dopo la sospensione, hanno detto proprio di aver notato da tempo che c'era del fumo nelle vicinanze. Determinante, ora, sarà capire la natura dell'incidente: se questo sarà stato provocato da un evento imponderabile e/o di natura straordinara la Fermana potrà dormire sonni tranquilli aspettando la decisione della Lega Pro sulla data di recupero, altrimenti per la Samb potrebbero esserci gli spiragli per inoltrare un ricorso in cui si chieda la vittoria a tavolino per responsabilità ricadenti sul club ospitante. Determinante sarà il verbale redatto dai Vigili del Fuoco dopo l'intervento che ha permesso di crcoscrivere e domare il principio di incendio che si è verificato nel generatore dell'impianto di illuminazione. La prima decisione verrà presa dal Giudice Sportivo, ma non è escluso che stia per iniziare una partita nella partita, stavolta però sul piano legale.

Redazione

GIANNI: «CAPIRE SE TUTTO HA FUNZIONATO PER IL MEGLIO»

MORIERO: «FOSSE CONTINUATA L'AVREMMO RIPRESA»

CONTI: «DECIDERÀ LA LEGA QUANDO RIPRENDERE»

Commenti
Condividi questo post: