Napolano: «Auguro al mondo del calcio che tutto possa tornare alla normalità»



Manca ancora l’ufficialità ma per i dilettanti ci sono possibilità pressoché nulle di tornare a giocare in questa stagione. Giordano Napolano, in testa alla classifica marcatori del campionato di Eccellenza Marche, ci parla di come ha cercato di mantenere la forma in queste settimane: «Mi sono allenato sempre – esordisce l’attaccante biancoceleste – ho cercato di mantenere una buona condizione fisica anche se non è la stessa cosa allenarsi al campo x preparare la partita della domenica».

Quanto influisce fisicamente per un giocatore uno stop forzato dal calcio vero e proprio visto che potete continuare solamente con la parte atletica?
«Influisce sia a livello fisico che mentale; chi fa sport per lavoro e per passione sente la mancanza in maniera molto importante. Naturalmente ci si inventa un po’ di cose per cercare di non trascurare nulla a livello di allenamento fisico».

Sembra oramai certo che si congelerà il campionato con la promozione delle prime e nessuna retrocessione. Sei d’accordo su questa decisione?
«È la decisione meno dolorosa e più coscienziosa x tutti anche se vincere un campionato sul campo è un’altra cosa. Sicuramente chi sale e chi non retrocede per via del blocco dei campionati, usufruirà di questi grandi vantaggi. Il campo avrebbe potuto dire altro e credo che ci saranno molti ricorsi».

Pensi che a settembre si possa riprendere a giocare regolarmente?
«Beh se non si dovesse ripartire vorrebbe dire che ci troveremmo in una situazione piuttosto grave. Mi auguro, e auguro al mondo del calcio che tutto possa tornare alla normalità; se riparte lo sport riparte il paese».
Lara Facchini

Condividi questo post: