Mozzarelle rossoblù: le pagelle di Alessio Perotti dopo Reggiana-Samb


Pegorin non è esente da colpe, ma la difesa di una inconcludente Samb fa acqua da troppe parti. La prestazione dei rossoblù, poi, peggiora vertiginosamente nella ripresa…

PEGORIN 5,5

Un tantino saponetta questa sera, certo non era facile trattenere la conclusione del possente Mogos da cui è scaturito il tap-in di Nolè, ma non dà in generale una sensazione di sicurezza.

TAVANTI 5

Non impressiona nella terza partita consecutiva da titolare, in cui non difende benissimo e quando avanza oltre la metà campo è piuttosto farraginoso e inconcludente.

FERRARIO 6

Contro un cliente difficile e di categoria superiore come Guidone fatica, rimediando anche un giallo. Riesce a tenersi a galla con esperienza e centimetri.

DI PASQUALE 5,5

Spesso sulle tracce dello sgusciante Manconi riesce a limitarne l’incisività almeno fino a quando non si becca un capogiro in occasione del raddoppio granata.

PEZZOTTI 5,5

Più preoccupato della fase di contenimento che di quella propositiva, che poi dovrebbe essere il suo pezzo forte. Spostato in avanti nel finale, ha poca birra.

SABATINO 5,5

Sostiene il centrocampo rossoblu con energia e dinamismo nel primo tempo, mentre come il resto della squadra resta a guardare l’esibizione granata nella ripresa.

DAMONTE 5

Quasi pachidermico, soffre costantemente il pressing e il ritmo dei centrocampisti di Colucci. Rischia anche perdendo qualche pallone di troppo e Palladini gli risparmia gli ultimi venti minuti.

LULLI 6

Si fa notare con qualche percussione delle sue nella prima frazione, anche se commette qualche errore di troppo. Come il resto dei compagni non pervenuto nella seconda parte di gara.

MANCUSO 6

E’ sempre lui il più pericoloso: sue le uniche due conclusioni rossoblu nel primo tempo. Difficile invece fare di più nella desolazione dei secondi quarantacinque minuti.

DI MASSIMO 5

Riprovato da falso nueve, viene stritolato nella morsa di Rozzio e Trevisan. Anche quando indietreggia per liberarsene spesso si infila in imbuti, da cui non riesce a districarsi.

TORTOLANO 5,5

Riproposto dall’inizio dopo lo stop forzato contro la Feralpi Salò, cerca le sue abituali serpentine per metà partita. Poi, dopo l’intervallo, si eclissa.

SORRENTINO 5,5

Al centro dell’attacco non riesce a far meglio di Di Massimo, anche se dalla sua ha l’alibi di esser supportato da una squadra fantasma per quarantacinque minuti abbondanti.

NTOW S.V.

Qualche scampolo di gara nel finale, quando centrare il pareggio sembra un’impresa più che disperata. Neanche un affondo sulla sinisrtra.

CANDELLORI S.V.

Palladini gli concede un po’ di minutaggio prima del triplice fischio al posto di Sabatino.

Condividi questo post: