Moriero nostalgico: «Il calcio era fantasia, attaccamento alla maglia, idoli. Oggi è cambiato tutto»


L’allenatore della Samb è stato tra i protagonisti del raduno organizzato da Serie A-Operazione Nostalgia: «Faccio l’allenatore anche per trasmettere i valori di una volta»…

Francesco Moriero è stata una delle star del terzo raduno organizzato da Serie A-Operazione Nostalgia, che si è svolto a Nardò sabato scorso. Prima di entrare in azione sul terreno di gioco l’attuale allenatore della Samb si è concesso in un’intervista a SalentoSport.net, nella quale ha analizzato quelle che sono le differenze tra il calcio degli anni Novanta, quello che lo ha visto protagonista ai massimi livelli nazionali e mondiali, ed il calcio di oggi.

«È CAMBIATO TUTTO» – «Il nostro era un calcio diverso – ha detto Moriero –. Era un calcio fatto di fantasia, attaccamento alla maglia, idoli. Adesso è cambiato tutto purtroppo. C'è chi come me sta facendo l'allenatore e, con la gavetta, sta cercando di trasmettere quelli che sono i valori di una volta: attaccamento alla maglia e voglia di interpretare questo sport come un divertimento, perché la gente si deve divertire col calcio».

Redazione

Condividi questo post: