Moriero e l’impegno di Gubbio: «Vincere aiuta a vincere»


Si tende a sottovalutare l'impegno infrasettimanale di Coppa Italia. Moriero prova a tenere sulla corda i suoi, ma sa che dopo gli impegni, un minimo di turn over è dovuto.
«Giocheremo contro un’ottima squadra e cercherò di mettere la miglior formazione in campo. Sarà un banco di prova anche per chi ha giocato meno. Ci sarà la possibilità di far giocare qualche giovane. Vincere aiuta a vincere e andremo lì cercando di fare risultato».
Facilmente ci saranno nuovi elementi in campo, difficilmente la Samb sarà schierata con un modulo diverso dal 4-3-3:
«È difficile creare un altro modulo di gioco e credo che continueremo sulla strada percorsa ultimamente. Mi aspetto tantissimo da chi scenderà in campo. Devono dimostrare di stare bene, di essere pronti. Sarà una partita vera e non tutti avranno i novanta minuti nelle gambe. Mi aspetto tanto da Sorrentino, Di Cecco e da Di Massimo. qualcuno cercherò di farlo rifiatare perché è da un mese e mezzo che c’è chi tira avanti la carretta. Abbiamo seguito il Gubbio come abbiamo seguito le altre squadre. Mister Pagliari ha rimesso i giocatori nei propri ruoli naturali. Giocano in casa e vorranno fare bella figura e noi dobbiamo fare risultato. Abbiamo sempre detto di avere due rose e questo sarà un banco di prova importante. Sta a loro mettermi in difficoltà».

Redazione

Condividi questo post: