Miracoli avverte il Gubbio: «Fondamentale trovare una vittoria in trasferta»


L’attaccante rossoblù ha realizzato la prima rete con la maglia della Samb grazie al rigore conquistato da Valente: «Non c’è un rigorista, ho voluto prendermi la responsabilità ed è andata bene»…

Luca Miracoli ha vissuto il primo momento di gloria, in maglia rossoblù, grazie al rigore segnato contro la FeralpiSalò: «Non potevo sperare in un inizio migliore. Tolti i trenta minuti di Fermo quello è stato il mio esordio. Sono felice di aver segnato, anche se su rigore, proprio sotto i nostri tifosi. Il mister non ha indicato un rigorista, me lo sentivo e ho deciso di tirare: ogni tanto vanno prese queste responsabilità».
Un attaccante da cui ci si aspetta tanto: «A parte il lavoro che un attaccante può fare per la squadra deve segnare. In una piazza come questa è normale che ci sia gente contenta per il mio arrivo e gente che voleva qualcosa di più. Io mi concentro solo a dare il massimo in campo».
Nel curriculum anche un anno nella Serie B francese: «Ho giocato al Tours. Sono andato via dal Varese dopo il fallimento e mi ha chiamato Marco Simone, che allenava lì. La stagione era iniziata molto bene ma purtroppo mi sono infortunato a dicembre. È un calcio molto meno tattico, più fisico. Non c’è mai un minuto di sosta. Nonostante sia riuscito a segnare poco è stato un anno positivo».
Il prossimo avversario, il Gubbio, proverà in ogni modo a rendere impossibile la vita di MIracoli & co. «Tutte le partite vanno affrontate con la mentalità giusta. È fondamentale trovare la vittoria in trasferta. In casa abbiamo visto che con il sostegno del nostro pubblico riusciamo ad ottenere i tre punti, ora dobbiamo provarci fuori dal Riviera. Stiamo preparando al meglio la partita sotto ogni punto di vista».

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: