Menichini: «La Samb è forte, noi vogliamo una grande prestazione»


Il tecnico granata rischia molto domani contro i rossoblù, ma si dice comunque tranquillo: «Già dal corso a Coverciano ti avvisano: “Siete a rischio”. Anche società e calciatori devono farsi un esame di coscienza»

Nell'abituale conferenza stampa pre-partita il tecnico della Reggiana, Leonardo Menichini, ha analizzato sia il momento granata (più nero che granata in realtà) sia l'avversario che riceveranno al Città del Tricolore, la Samb:
«Veniamo da una settimana difficile dal punto di vista mentale e sappiamo di aver fatto una prestazione pessima contro il Renate. Quattro punti in quattro partite è un bottino molto più basso di quello che prospettavamo».

Una questione di moduli, forse:
«Sono sempre abituato a valutare quello che dice il campo. Domenica col 4-2-3-1 abbiamo avuto difficoltà mentre con il 4-3-3 siamo andati molto meglio».

Ma la Samb è un avversario tosto:
«È una squadra che viene da tre vittorie e due sconfitte. Col Padova ha perso facendo una buona partita. È una squadra forte, costruita per vincere e con un presidente molto ambizioso. Hanno degli ottimi giocatori ma sta a noi cercare di facilitarci la vita. Mi aspetto una reazione forte, importante. Il bello del calcio è che c’è sempre una partita dopo dove poter reagire. Vogliamo cancellare la scorsa partita con una bella prestazione, il risultato sarà figlio di quello che abbiamo fatto sul campo».

Menichini rischia grosso domani, sa bene che un passo falso potrebbe essere fatale:
«Appena preso il patentino da allenatore a Coverciano avvisano: “Siete a rischio”. L’importante è che tutti si assumano le proprie responsabilità: anche la società e i calciatori devono farsi un esame di coscienza. Ho la massima fiducia in questo gruppo: i miei ragazzi mi hanno sempre dato prova di non mollare. Domenica abbiamo sbagliato tutti insieme, io per primo. In questo momento non guardiamo la classifica: viviamo di gara in gara poi, al termine del girone di andata faremo i conti».

Redazione

Commenti
Condividi questo post: